COVID-19, solo 6 ricoverati in provincia. Due (uno in terapia intensiva) sono alcamesi

Virus maggiormente “cattivo” ad Alcamo e meno virulento nel Belice. L’andamento della situazione potrebbe suggerire questo anche se ogni tipo di analisi deve passare da un’assoluta certezza: di questo “maledetto” Covid-19 si conosce davvero poco sia in fase di incubazione che di malattia e guarigione. La matematica non è comunque un’opinione e vive soprattutto di statistiche: a Salemi gli attuali positivi sono scesi a 9 (nelle ultime 24 ore altri 3 negativizzati) mentre i guariti sono saliti a 16.

Ad Alcamo invece le cose vanno diversamente e i sanitari dell’ASP stanno cercando di capire perché. Stesso numero di decessi (il bollettino ne cita uno ma bisogna aggiungere l’altro avvenuto a Villa Maria Eleonora a Palermo)  mentre i guariti e dimessi, da ospedali o da isolamento domiciliare, sono appena 5, Quasi tutti sono positivi da parecchio tempo e due si trovano ancora in ospedale. Degli attuali 6 pazienti ancora ospedalizzati, il 33,33% è composto da alcamesi. Inoltre è di Alcamo l’unico ammalato (73 anni) in provincia ancora in terapia intensiva, ma stavolta per complicazioni vascolari.

L’altro alcamese ricoverato, sempre al “paolo Borsellino” di Marsala, è il paziente 1 che, oramai negativizzatosi, attende di finire la terapia antibiotica e di rifare la TAC toracica. Un calvario per l’ex deputato regionale Franco Regina che va avanti dal 2 marzo, vale a dire da ben 55 giorni. Due sue colleghe alcamesi dell’ASP, un medico e una biologa, sono invece già guarite. Tutti gli altri sono asintomatici ma ancora non riescono a superare la positività.