Covid 19 e danni al cervello, Studio conferma la ricerca di Nuzzo e Picone

La conferma dello studio, pubblicato due mesi fa da due ricercatori dell’Istituto per la ricerca e l’innovazione Biomedicana del CNR di Palermo, l’alcamese  Domenico Nuzzo e il palermitano Pasquale Picone, arriva ora dall’Adveent- Irbm, il laboratorio di Pomezia dove sono riusciti a produrre il più promettente candidato vaccino anti covid. Nuzzo e Picone sono stati i primi a scoprire i danni provocati al cervello dal covid 19. Ora anche da Pomezia arriva l’allarme degli esperti. “Il virus attacca anche il cervello”. Il lavoro di Domenico Nuzzo e Pasquale Picone, due mesi fa è stato pubblicato sulla nota rivista internazionale “Neuroscience Research” che fa parte della “Società Giapponese di Neuroscienze”. Lo studio sottolinea i potenziali meccanismi alla base degli effetti neurologici riscontrati in alcuni soggetti affetti da Covid19 e divulgati da varie fonti scientifiche. In particolare in tale studio dei due ricercatori del Cnr di Palermo viene ipotizzato sia un meccanismo diretto, che vede l’infezione del Covid19 al cervello, sia un meccanismo indiretto dove gli effetti a livello polmonare quali l’ipossia, lo stress ossidativo e l’infiammazione determinino danni al cervello. Il lavoro pubblicato da Nuzzo e Picone indica che è necessario approfondire gli studi. Studio approfondito anche dai laboratori di Pomezia che conferma la ricerca di Nuzzo e Picone. Intanto il coronavirus continua ad espandersi sempre più velocemente e i titoli dei giornali di oggi sono altrettanti bollettini di guerra. Tra le regioni più colpite la Sicilia. Allarme anche in provincia di Trapani. Ad Alcamo i casi accertati sono una trentina. E centinaia sono in quarantena. Occorre dunque la massima prudenza e rispettare le regole. Mascherine, no agli assembramenti e igiene delle mani. Eppure nonostante gli allarmi tantissimi irresponsabili mettono, anche ad Alcamo, tutti in pericolo agendo da ignoranti, incoscienti e criminali.