Corrao e Oddo sullo scandalo delle intercettazioni tra Tutino e Crocetta.

Sulla notizia shock delle intercettazioni tra il primario di villa Sofia di Palermo Tutino ed il Presidente della Regione Sicilia Crocetta interviene Ignazio Corrao del movimento 5 stelle chiedendo le dimissioni immediate del presidente della Regione.   “Considerata la situazione gravissima in cui Crocetta ed il PD ci stanno conducendo, dice Corrao, aspettiamo come tutti i siciliani il definitivo passo indietro di questi signori. Le dichiarazioni degli esponenti del PD nazionale e regionale, sono da considerarsi, continua l’euro parlamentare, alla stregua di mercenari pronti a minacciare sfiducia sui giornali, salvo poi ritrattare non appena ottengono posti di sottogoverno, vedi la nomina di Gucciardi a nuovo assessore regionale alla sanità ed il conseguente slittamento di Cracolici a capogruppo del PD all’Ars. L’attuale presidente Crocetta, conclude Corrao,  deve dimettersi oggi stesso e se non lo farà, sarà ancora l’ennesimo esempio di come il vero interesse di questa gente è stare attaccati alla poltrona, ai privilegi”. Sullo scandalo interviene anche il deputato Trapanese Nino Oddo, che è anche uno dei tre deputati del gruppo Crocetta, nonché l’unico degli stessi in commissione sanità. Il deputato ritiene enfatizzati i rapporti del primario con il circuito politico crocettiano. Su Crocetta interviene dicendo che” conosco molto bene il presidente Crocetta e ritengo che In questi due anni ha fatto tantissimi errori. Quasi tutti, a mio parere, sostiene Oddo, in buona fede. Ma che sia il
terzo Presidente, dopo Cuffaro e Lombardo, colpevole di contiguità con la mafia o di atteggiamenti lontanamente conniventi la ritengo una barzelletta. Poi se si deve dimettere, conclude Oddo,  perché politicamente la sua esperienza si è esaurita questo
ci può stare. Ma è un’ altra storia”.

 

 

Ignazio Corrao     Oddo.