CoronaVirus, in Sicilia si arriva a quota 237. “Solo” 24 casi in più, uno a Paceco

Hanno superato quota 200, per l’esattezza 237, i casi di coronavirus in Sicilia. I contagi sembra seguano un andamento costante, negli ultimi 4 giorni da un minimo di 24, l’incremento di ieri, a un massimo di 32. La situazione più preoccupante è nel catanese dove i casi accertati sono 108 e dove si è registrato il terzo decesso in Sicilia causato dall’epidemia. Nella nostra isola sono invece otto i guariti. Dopo Catania la provincia più colpita è stata quella di Palermo con 40 tamponi positivi in totale.

Nel trapanese, invece, spunta un nuovo caso, il quattordicesimo. Non cambia nulla ad Alcamo, Trapani, Marsala e Mazara del Vallo. Il dato riguarda invece Paceco, un pensionato di 80 anni, ex barista. La conferma è arrivata dall’Asp di Trapani. L’anziano si trova ricoverato all’ospedale Sant’Antonio Abate. In questo momento di grande emergenza dai vertici dell’azienda sanitaria provinciale non arrivano notizie certe se non grazie all’attento e professionale lavoro dei giornalisti. L’ufficio-stampa dell’ASP non divulga note ufficiali necessarie a sgomberare il campo da false notizie e dalla caccia alle streghe. E dire che era stata comunicata la diffusione un bollettino quotidiano, ogni giorno alle ore 12, che mai però è pervenuto ai giornalisti iscritti nella mailing-list dell’azienda sanitaria provinciale di Trapani.

In provincia si attendono comunque gli esiti di un’altra settantina di tamponi oro-faringei effettuati anche, ma non solo, fra le persone che erano state a stretto contatto con coloro finora risultati positivi al Covid 19. Il focolaio più ampio, se così può definirsi, si è sviluppato proprio all’interno degli uffici trapanesi dell’ASP con i contagi probabilmente partiti dal funzionario del settore sanità pubblica, l’alcamese di 55 anni che attualmente si trova in rianimazione in condizioni stazionarie. Fra i suoi colleghi positivi, due sono di Alcamo, un uomo e una donna, e gli altri di trapani e dell’hinterland. Il quadro dei 14 positivi in provincia è tuttora ancora completato da tre casi a Marsala, due a Mazara del vallo ed ora uno a Paceco.

Il virus cresce, dalle nostri parti, ma senza divorare tutto in poco tempo come sta accadendo in Lombardia e in altre regioni del Nord. Ma a cambiare trend non ci vuole molto, basta soltanto la leggerezza di chi continua ad andare in giro anche per futili motivi. Restiamo a casa, ma restiamoci davvero, se vogliamo che la bestia Covid 19 resti solo un singolarissimo ricordo.