Controlli di polizia ad Alcamo e C/mmare, tre denunce

In vista delle ormai vicine festività natalizie si intensifica l’attività delle forze dell’ordine, sia ad Alcamo che a Castellammare del Golfo. Dopo gli arresti del mese scorso di due alcamesi sorpresi a rubare in una villetta, prosegue il giro di vite di entrambi i commissariati soprattutto contro i reati predatori. Questa mattina sono stati denunciati per furto in abitazione due giovani, B.I e B.Y., di 26 e 27 anni, entrambi di nazionalità tunisina. I due topi di appartamento, con precedenti, sono ritenuti responsabili di un furto avvenuto l’estate appena trascorsa ai danni di una villetta residenziale di proprietà di una famiglia castellammarese. L’individuazione degli autori è avvenuta in seguito ad una indagine tradizionale, nel corso della quale sono stati sentiti dei testimoni oculari. Decisivo, però, l’accertamento eseguito su un’impronta digitale lasciata da uno dei due tunisini sul posto, rilevata dalla polizia scientifica di Alcamo su una finestra da cui i ladri si erano introdotti nell’abitazione. Essendo stati riscontrati precedenti specifici, nei confronti di B.I. è stata chiesta all’autorità giudiziaria l’emissione di idonea misura cautelare. I controlli soprattutto alle abitazioni lasciate libere dai villeggianti dopo l’estate, si rafforzeranno ulteriormente durante le festività, assicurano dal commissariato proseguiranno perseguito attraverso una decisa azione di prevenzione. Ad Alcamo invece, i controlli degli ultimi giorni, hanno portato alla denuncia di un 35enne, M. D, sorpreso alla guida con un elevato tasso alcolemico nel sangue: l’uomo è stato tradito dall’andatura a “zig zag” della sua auto in una  centralissima arteria stradale. Fermato dagli agenti, dopo il test con l’etilometro, gli è stata immediatamente ritirata, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Trapani e sanzionato per la mancata copertura assicurativa dell’auto.