Condannato per favoreggiamento in abbreviato a sei anni e otto mesi Andrea Bonafede

0
203

Il gup di Palermo ha condannato in abbreviato a sei anni e otto mesi per favoreggiamento aggravato e procurata inosservanza della pena Andrea Bonafede, cugino ed omonimo del geometra di Campobello di Mazara che ha prestato l’identità a Matteo Messina Denaro. Secondo l’accusa Bonafede, dipendente comunale di Campobello di Mazara, avrebbero fatto da intermediario tra il boss allora latitante e il medico Alfonso Tumbarello facendo avere a Messina Denaro le ricette intestate al geometra e le prescrizioni necessarie alle terapie. Per Andrea Bonafede, difeso dall’avvocato Tommaso De Lisi, è caduta invece l’accusa di associazione mafiosa.