Comune di Alcamo, due direzioni alla balestratese Martino. Luppino per Maniscalchi?

Si va via via ridisegnando l’assetto direttivo-organizzativo delle 6 direzioni del Comune di Alcamo. Come già anticipato ieri la balestratese Dorotea Martino, 48 anni, proveniente dal comune di Montelepre, ha assunto ad interim la Direzione 1, sviluppo territoriale ed economico. Nel provvedimento di affidamento dell’incarico si legge che il titolare Venerando Russo è assente ingiustificato da lunedì scorso, un caso spinoso che è al centro di una battaglia legale. La stessa Martino guida anche la Direzione 2, quella dell’ambiente, protezione civile e servizio idrico.

Franco Maniscalchi, fino al termine del mese quando andrà in pensione, è a capo della Direzione 3 quella che si occupa di personale, affari generali, servizi al cittadino, sport, turismo e cultura. Dirigente dei lavori pubblici e servizi manutentivi è Enza Anna Parrino ma anche lei a breve dovrebbe andare in quiescenza, ma non prima di metà del prossimo anno. Al comando della Direzione 5, tributi e servizi alla persona, c’è la new entry Tiziana Vinci, di Brolo, diversi incarichi come revisore dei conti e consulente nei comuni del messinese, che ha vinto il recente concorso per dirigente contabile al comune di Alcamo. Ragioneria, servizi economico-finanziari e patrimonio restano sotto la direzione di Sebastiano Luppino. Infine la Direzione 7, quella della polizia municipale, affidata al comandante Giuseppe Fazio, ruolo ricoperto, come facente funzioni, per circa un ventennio ma riconosciuto ai fini giuridici soltanto lo scorso anno.

Questo l’attuale organigramma che presti, anzi prestissimo, esattamente fra 10 giorni, dovrà essere modificato con l’abbandono di Franco Maniscalchi che andrà in pensione. Nulla trapela sulla volontà del sindaco Surdi e della sua giunta ma le strade percorribili in tempi rapidi appaino soltanto tre: il settore potrebbe essere assunto ad interim dal dirigente più esperto, Sebastiano Luppino, oppure dal comandante Fazio che nel suo curriculum studiorum vanta la laurea in giurisprudenza. Terza ipotesi Vito Bonanno, l’attuale segretario generale del Comune che si occupa anche di Contenzioso del Lavoro, Sistema dei Controlli Interni, trasparenza e attuazione del piano di prevenzione della corruzione.