Commedia al Cielo-Un inno alla solidarietà con “Alcamo Milionaria”

“Chi ha amici non è povero”. Con questo detto, metafora della solidarietà, è calato ieri sera il sipario sulla commedia “Alcamo milionaria”, portata in scena dall’Associazione sclerosi multipla, “Sacro Cuore”, che opera in città da due anni, nata da un’idea del dottor Luca Scalisi, che la presiede. Ammalati di questa patologia, operatori sanitari, medici sono stati i protagonisti di una rappresentazione, caratterizzata da decine di applausi per le scene all’interno di ognuna della quale si celava un messaggio da cogliere al volo. Ovvero la malattia non deve piegarci. E  i soci dell’Associazione guardano avanti perché, pur nel loro dolore, l’Amore per la Vita è sempre in primo piano. Se poi aggiungiamo la solidarietà, l’amicizia, l’assistenza, l’aiuto reciproco che permea queste persone, che hanno trovato nell’ Associazione un importante punto di riferimento, non si può fare altro che ammirarle. La trama della commedia è semplice. Una famiglia vive di stenti. Uno dei figli vince una grossa somma al Gratta e Vinci, che cambia la loro vita. C’è chi perde di vista il recente passato. C’è chi realisticamente cerca di non perdere le proprie radici. Ma sul più bello quel figlio ludopatico, ecco un altro messaggio della recita, si gioca tutto. Si torna poveri in un momento in cui scoprono che occorrono tanti soldi per curare quel figlio affetto da sclerosi multipla. E qua entra in gioco l’Associazione che con i loro soci scendono in campo per aiutare quella famiglia ad affrontare costose cure. Un bellissimo gesto di solidarietà al quale, nella vita reale, ci ha abituato l’associazione “Sacro Cuore”, che forse la prima in Italia e quindi con grande lungimiranza, col teatro-terapia propone grandi momenti di evasione e aggregazione a chi è anche costretto a vivere in una sedia a rotelle. Grandi applausi e alla fine tutti sul palcoscenico con la regista Mimma Seranella, visibilmente commossa e forse in quegli occhi umidi per le lacrime c’è stampata la grande soddisfazione per un evento, realizzato con sacrifici e rinunce. Ma ne è valsa veramente la pena. Tutti bravi i protagonisti di questa recita.