C/mmare del Golfo: sosta selvaggia, arrivano i dissuasori

Sosta selvaggia a Castellammare del Golfo: il fenomeno è sempre più in recrudescenza e sta assumendo proporzioni non più tollerabili. Sono diventate oramai scese quotidiane quella di vedere anziani intrappolati in casa perché davanti la porta della propria abitazione si trova posteggiata un’auto, oppure di mezzi che hanno difficoltà anche a potere svoltare agli incroci per l’impossibilità di manovra. Il Comune ha deciso quindi di correre ai ripari e di apportare una serie di interventi che vietino o rendano impossibile il posteggio delle auto in alcune zone del paese. Il problema lo si risente in particolar modo nel cuore del centro storico, dove moltissime strade hanno carreggiate ristrette. Una ventina le strade interessate da cambi di segnaletica e dall’installazione dei dissuasori, paletti in ghisa che vengono impiantati ai bordi delle strade per evitare per l’appunto che le macchine possano posteggiarsi. E’ stato anzitutto istituto l’obbligo di svolta a destra nella via XX settembre, angolo via De Gasperi; i dissuasori verranno invece installati nelle vie Verdi, Marconi, Trento, Roma, XX settembre, De Gasperi, Verrazzano, Discesa marina, Navarra, Di Gaetano, Bixio e Carducci, ed infine anche in corso Mattarella. La decisione di prendere tali iniziative parte dietro una specifica ordinanza del sindaco Nicola Coppola che ha dato mandato agli uffici preposti di attivare tutte le procedure per l’acquisto del materiale occorrente e per la sua installazione e attuazione. “Una contromisura necessaria – sostiene il primo cittadino – considerato che ancora è diffuso il fenomeno della sosta selvaggia dei veicoli in prossimità degli incroci e davanti alle abitazioni impedendo ai cittadini di potervi accedere. A tutela della circolazione stradale è quindi necessario provvedere a installare i dissuasori di sosta”. Castellammare del Golfo comunque soffre nel periodo estivo di questo fenomeno del posteggio selvaggio. Infatti il paese ha una cronica carenza di posteggi, sia liberi che a pagamento, e con l’arrivo delle migliaia di turisti che affollano il territorio il problema dell’aumento esponenziale del traffico assume dimensioni devastanti. Nel contempo il comando di polizia municipale non ha risorse umane in grado di potere attuare una politica di repressione della sosta selvaggia. Motivo per cui l’installazione dei dissuasori è diventata un’esigenza. Tra luglio e agosto, quando le presenze di turisti triplicano il bacino della comunità, specie dalle 21 in poi trovare un posteggio a Castellammare è davvero un miraggio.