C/mmare del Golfo: Presidente del consiglio, fumata bianca

CASTELLAMMARE DEL GOLFO (TP) – Alla fine tutto è andato in scena secondo copione, con Manuale Cencelli alla mano. Seppur con qualche settimana di ritardo Domenico Bucca, espressione del movimento “Siamo Castellammare” a sostegno del sindaco Nicola Coppola, è stato eletto presidente del consiglio comunale. Questa nomina ha fatto incastonare a catena tutto gli altri pezzi del puzzle: il vicepresidente è stato indicato nella figura di Giuseppe Fausto, esponente del Pdl che invece ha sorretto il candidato sindaco sconfitto Piero Russo alle scorse elezioni amministrative. Nel contempo il sindaco ha potuto nominare il quarto e ultimo assessore, rimasto congelato in attesa proprio di smussare le polemiche interne alla sua coalizione: si tratta di Salvo Bologna, coordinatore cittadino del Partito Democratico. In questo modo si chiude il cerchio politico a distanza di oltre un mese dall’elezione di Coppola che ha sino ad oggi operato non certamente a regime avendo da comporre lo scacchiere politico a suo sostegno. Bucca, di professione geometra, guiderà dunque il civico consesso per il prossimo quinquennio. Consigliere comunale uscente, ex Pdl, da tempo era stato già virtualmente designato dalla maggior parte della coalizione a ricoprire questo ruolo ma ci sono state delle resistenze. A lui l’appello delle forze di opposizione ad essere garantire dell’intera assemblea.

Ora il consiglio comunale sarà chiamato a fare una corsa contro il tempo e a lavorare probabilmente anche nel mese di agosto, considerato il tempo perso ad insediarsi in questa legislatura. Subito dovranno essere nominate le commissioni ma già il neo presidente ha individuato i primissimi atti da porre in essere

Nella foto Salvo Bologna