C/mmare del Golfo: esplode l’emergenza idrica

0
378

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Giove Pluvio si mette di traverso e abbatte la sua “ira” su Castellammare del Golfo. Lo fa privando una consistente fetta del paese dell’acqua corrente. Dai rubinetti niente acqua e rimarranno a secco tutte le utenze che esauriranno le scorte dalle proprie cisterne. E’ infatti andato in tilt il pozzo della zona di Inici: la causa? Un fulmine che si è abbattuto sul quadro elettrico che mette in funzione le pompe di sollevamento che smistano il prezioso liquido nell’acquedotto comunale. Da considerare che Inici è la principale fonte di erogazione idrica del paese. Questo guasto ha causato la mancanza d’acqua in molte zone di Castellammare del Golfo. Il paese rischia quindi la sete e soprattutto problemi sul piano igienico-ambientale. Dal Comune però assicurano che i lavori sono già in corso dalla prima mattinata di oggi: “Informo la cittadinanza che è già in corso di riparazione il grave danno causato da un fulmine all’acquedotto principale di contrada Inici – afferma il sindaco Nicolò Coppola – che ha provocato la mancanza d’acqua in paese. Purtroppo i disagi sono inevitabili ma abbiamo già predisposto la riattivazione del quadro elettrico, gravemente danneggiato dal fulmine abbattutosi nella zona nel corso di un violento temporale, e la sostituzione di tutti i cavi, danneggiati o fusi dal fulmine, che collegano i pozzi, perché l’erogazione d’acqua possa tornare ad essere normale. La fase di ripristino della funzionalità degli impianti idrici creerà inevitabilmente dei disagi. Invito i cittadini a pazientare – conclude il sindaco – rassicurandoli sul fatto che il problema sarà risolto nel più breve tempo possibile”. Niente tempi certi, quindi, e di conseguenza il problema della penuria d’acqua potrebbe ulteriormente trascinarsi. Di emergenze idriche i castellammaresi ne soffrono di frequente, mai comunque nel periodo invernale c’è da dire: infatti la penuria d’acqua si verifica generalmente nel periodo estivo, quando in paese si triplicano quasi le presenze per l’arrivo di migliaia di turisti e villeggianti e la portata idrica rimane tale e quale. Problema già sollevato e fatto presente la scorsa estate dallo stesso primo cittadino. A proposito proprio di servizio idrico questa mattina il sindaco si è recato a Palermo, presso la Regione, per affrontare il problema delle disfunzioni che si registrano. La distribuzione dell’acqua è infatti gestita dall’Eas, l’ente acquedotti siciliano in liquidazione, che ha in questa fase gestionale grossi problemi finanziari. Il primo cittadino ha avanzato richiesta formale di avocare al Comune castellammarese il servizio idrico, evitando quindi le disfunzioni e i ritardi di intervento dell’Eas che hanno già in passato creato non pochi problemi.

For an online store to be successful
Isabel marant sneaker wedges Do Levi’s jeans differ in quality from retailer to retailer

how to make a trend toy
burberry schalDifferent Nike shoes special line just suit for different style people