Centro Storico e Movida, proteste dei residenti

Continuano le proteste dei residenti di Alcamo nel centro storico per le notti della cosidetta Movida Alcamese. I residenti di per sè non sarebbero tanto contro la possibilità di far le ore piccole da parte dei ragazzi e frequentatori delle notti alcamesi durante i fine settimana ma quanto a ciò che viene lasciato e accade a loro danno.

Chi si è lamentato del fatto che alcuni non farebbero nemmeno entrare a casa appoggiati ai portoni delle abitazioni, chi ha visto lasciare di tutto, dalle bottiglie e i bicchieri ad escrementi umani nelle strade e altro. La polemica con l’amministrazione non è di oggi e probabilmente non finirà oggi. Ora con i Social Network sempre più seguiti le denunce da parte dei cittadini residenti sono anche più facili e immediate, a volte documentate anche con foto amatoriali pubblicate oltre a testimonianze dei residenti.

Più che contro, almeno a parole, la Movida in sè, dunque gi abitanti si scagliano contro certi comportamenti poco ligi di alcuni partecipanti alle notti alcamesi. D’altronde basta passare nei pressi del centro storico per accorgersi che il sabato sera comportamenti anche poco edificanti non si verificano solo con gli schiamazzi e altro ma anche con la marea di auto posteggiate lungo il Corso e adiacente la Piazza Ciullo ovunque, a destra e sinistra e anche sui marciapiedi con una conquista della zona senza regole ne rispetto per chi passa casualmente o dovutamente da lì.