Centro immigrati Salinagrande, 40 lavoratori a rischio: sit- in di protesta

Si terrà venerdì prossimo, 26 giugno, a partire dalle 9,30, davanti alla prefettura di Trapani un sit-in di protesta contro il licenziamento di 40 operatori impiegati al centro di assistenza per immigrati della frazione trapanese di Salinagrande. La manifestazione è stata indetta da Fisascat Cisl Palermo Trapani, Uiltucs Uil, Confintesa e Ugl Trapani, dopo che la cooperativa “Badia Grande” che gestiva la struttura ha messo in mobilità i propri dipendenti in seguito alla chiusura dello stesso centro immigrati. Il sit-in sarà preceduto da un incontro, previsto per domani, con i rappresentanti della cooperativa. “Ci auguriamo – affermano i segretari generali di Fisascat Cisl Palermo Trapani e Uiltucs Uil Trapani, rispettivamente Mimma Calabrò e Mario D’Angelo– che il prefetto Leopoldo Falco ci riceva al più presto per scongiurare che gli esuberi annunciati da Badia Grande si trasformino a breve in 40 posti di lavoro persi. Nei giorni scorsi il prefetto si è impegnato a parlare con i rappresentanti dei Cas (centri di accoglienza straordinaria) per verificare se esiste la possibilità di assorbire il personale in esubero della struttura di Salinagrande. Attendiamo, in tal senso, i relativi aggiornamenti”.