Cede asfalto, chiusa ad Alcamo la via Barone di San Giuseppe. Traffico in tilt

0
301

I lavori alle fognature e per la posa di vari cavi erano stati eseguiti lo scorso mese di gennaio in via Rossotti  e all’imbocco della via Barone di San Giuseppe con relativo transennamento per consentire di eseguire le opere. A conclusione naturalmente la copertura e quindi la posa di asfalto. Un paio di giorni fa un cedimento ha creato un piccolo gradino e chiaramente per evitare che qualche auto sprofondasse nuovo transennamento con notevoli problemi per la circolazione essendo le vie Rossotti e Barone di San Giuseppe molto transitate. Chi proviene da piazza della Libertà dovrà girare dalla via Federico secondo o dalla via Madonna dell’Alto per raggiungere piazza Bagolino. Ma ieri il traffico è impazzito perché nessun segnale è stato posto all’angolo con la via Madonna dell’Alto costringendo le auto ad entrare nel corso stretto per poi cercare una strada dove potere raggiungere piazza della Repubblica. Nessun intervento della polizia municipale che transita poco per il corso stretto. E poi sorge legittimo un interrogativo. Chi controlla al Comune l’esecuzione di lavori pubblici? Intanto i lavori della cosiddetta discutibile  riqualificazione del centro storico stanno provocando notevoli disagi e notevoli danni economici alle attività della via Mazzini. Per esempio da venerdì pomeriggio, un piccolo corridoio in un tratto della via Mazzini, poiché sono stati  lasciati cumuli di materiale in strada. Abitanti e attività commerciali chiedono di velocizzare i lavori e attenzione da parte di sindaco e giunta sulla loro esecuzione. L’allargamento del marciapiede, lato est di via Mazzini e quello davanti al teatro Cielo è veramente necessario?