Castelvetrano-Operazione antidroga, arrestato 29enne incensurato

 

marcenòOperazione antidroga messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Castelvetrano. Durante lo scorso fine settimana i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato un imprenditore agricolo incensurato di ventinove anni, Francesco Paolo Marcenò, originario di Palermo, ma residente a Castelvetrano. Il giovane aveva attirato i sospetti percorrendo stradine secondarie a bordo di un’auto di grossa cilindrata, a velocità sostenuta, quasi come a volersi sottrarre all’attenzione delle forze dell’ordine. Pedinato fino a quando non si è addentrato in un’area privata recintata, è stato fermato e sottoposto a perquisizione personale e veicolare. Dopo il rinvenimento di circa due grammi di cocaina già suddivisa in cinque dosi e di 380 euro in banconote di diverso taglio, i controlli si sono estesi all’abitazione del giovane. Qui sono stati trovati 120 grammi circa di marijuana e 5 grammi di M.D.A., stupefacente sintetico comunemente denominato “droga degli stupri”, oltre a materiale vario usato per il confezionamento e lo spaccio al dettaglio, tra cui quattro bilancini di precisione e due coltelli utilizzati per frazionare le dosi. Marcenò, dopo il giudizio di convalida dinanzi al Gip marsalese, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Castelvetrano, con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione in determinate ore del giorno. Sono tuttora in corso le indagini per individuare i soggetti a cui la droga era destinata ed i canali attraverso cui l’arrestato si sia procurato lo stupefacente. L’operazione in questione si inquadra nell’ambito dei controlli finalizzati a scoraggiare i giovanissimi al consumo di droga, fenomeno, che appare sempre più dilagante e preoccupante, in particolar modo per quel che attiene il settore degli stupefacenti leggeri, che negli ultimi anni appare avere avuto addirittura un incremento.