Castelvetrano, il consumo critico al liceo

CASTELVETRANO – La Federazione Antiracket Italiana con la sua carovana ha portato a Castelvetrano l’iniziativa “Primavera antiracket”. Una tappa particolarmente significativa se si considera che di recente proprio la città è stata scossa da un grave episodio intimidatorio ai danni dell’azienda agricola di proprietà del giovane Vincenzo Italia al quale ignoti hanno tagliato centinaia di piante di melograno. Partita da Napoli, la carovana ha attraversato tutto il sud d’Italia ed entro Pasqua visiterà molte altre città siciliane. La manifestazione è finalizzata a promuovere, fra i consumatori, commercianti e imprenditori il Consumo critico Addiopizzo su scala nazionale. Presto sarà reso pubblico l’elenco di circa 2 mila commercianti e imprenditori pizzofree e la Fai vuole raccogliere anche le adesioni di migliaia di consumatori pronti a sostenere chi si ribella come hanno già fatto in tanti anche in questa provincia tra cui Vincenzo Italia. I consumatori di Castelvetrano e dell’intera provincia di Trapani hanno quindi avuto una ragione in più per sottoscrivere il Manifesto del consumatore critico. La carovana ha fatto tappa al liceo scientifico e classico per un dibattito sul Consumo critico.