Castelvetrano-Docufilm, ammalati di cancro si raccontano

0
208

Di cancro si può guarire. Oggi più che mai il coraggio e la consapevolezza della volontà personale costituiscono uno strumento determinante per la guarigione, così come indicano le testimonianze di pazienti e medici dell’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Ospedale “Vittorio Emanuele” di Castelvetrano, raccolte nel documentario “La scatola del tempo”. Il lavoro nasce da un idea di Lia Calamia (nella foto), artista castelvetranese ammalata di cancro, e si sviluppa attraverso la sua esperienza diretta alla ricerca di storie di vita e di lotta contro la malattia, di stereotipi e pregiudizi. Il documentario punta sull’importanza dei rapporti umani e sulla potenza delle relazioni interpersonali a partire dalla gestione e dalla considerazione della relatività del Tempo, nel lungo viaggio verso la sopravvivenza. Il video documentario è stato realizzato, prodotto e portato a termine da Castrenze Ezio Fiorenza, fotografo e artista di Castelvetrano e dal regista Marco Tumbiolo. Alla realizzazione ha collaborato il personale dell’Unità Operativa di Oncologia Medica, che su iniziativa della dott.ssa Eliana Gucciardo e di Vito Barruzza, infermiere del presidio sanitario, hanno raccolto le testimonianze dei pazienti e del personale. Il docufilm sarà presentato giovedì 21 febbraio alle ore 17 al Cine –Teatro Marconi, a Castelvetrano.