Castellammare, “Omicidio stradale” per la morte di Ilenia Collica: lunedì nel vivo il processo

0
7016

Entrerà nel vivo a partire da lunedì il processo davanti ai giudici del Tribunale di Trapani per il quale è imputato un giovane operaio di Castellammare del Golfo, Stefano Di Stefano, di 22 anni, che deve rispondere di omicidio stradale. Il giovane è difeso dall’avvocato Maurizio Lo Presti, che alla luce della dinamica dell’incidente cercherà di smontare la pesante accusa per la quale è imputato il suo assistito. La vicenda riguarda la morte della diciassettenne Ilenia Collica (nella foto), avvenuta il 18 agosto dello scorso anno, che viaggiava a bordo di un ciclomotore guidato da un suo amico. Si tratta di un giovane di origine polacca, residente a Castellammare. I familiari di Ilenia Collica  e tutti i congiunti, undici persone,  si sono costituite parte civile. Hanno chiesto un milione di euro come risarcimento danno, che il giovane operaio non è in grado di corrispondere. Danni che saranno liquidati in sede civile. E per cercare di fare chiarezza su questo delicato punto l’avvocato Maurizio Lo Presti ha chiesto e ottenuto dal giudice la deposizione di un rappresentati dell’assicurazione con la quale Di Stefano aveva sottoscritto il contratto, che sarà presente in aula lunedì. L’incidente scosse tutta la comunità castellammarese che si unì al cordoglio dei familiari. L’incidente coincise con i giorni della Festa della Patrona, celebrata anche nel ricordo di Ilenia. Stefano Di Stefano era alla guida di un Alfa Romeo Brera, che nella notte del 18 agosto dello scorso anno, si scontrò con un ciclomotore con a bordo due ragazzi. Nello scontro perse la vita la diciasettenne Ilenia  Collica. Il giovane di origine polacche alla guida della moto riportò ferite e contusioni. La difesa di Di Stefano, assistito dall’avvocato Maurizio Lo Presti, cercherà di dimostrare che il giovane procedeva nel rispetto delle norme del codice della strada e non si accorse di quella moto che viaggia a luci spente.