Alcamo, botte al marocchino e alla moglie: aggressione a sfondo razziale?

0
3812

Aggressione a possibile sfondo razziale ad Alcamo. Ad essere denunciato un alcamese di 44 anni. L’episodio sarebbe accaduto lo scorso 26 agosto davanti al “Bar Sport” di corso VI Aprile. Vittima un marocchino di 44 anni e la moglie, rimasta colpita durante la colluttazione.

Pare che tutto sia nato per futili motivi dopo un alterco verbale avuto tra il titolare del bar e lo stesso nordafricano. Ad intervenire l’alcamese che avrebbe afferrato un bastone in legno colpendo il nordafricano alla testa e al fianco, finendo per picchiare anche la moglie. Il tutto è accaduto sotto gli occhi inorriditi e impauriti dei figlioletti dei due extracomunitari, entrambi residenti ad Alcamo. Pare anche che durante le botte all’alcamese siano usciti dalla bocca diversi insulti razzisti. Tra le frasi pronunciate anche: “Tornatene a casa tua”.

Immediate sono scattate le segnalazioni al 118 e alla polizia ma prima che la pattuglia potesse arrivare sul posto l’aggressore ha fatto perdere le sue tracce. E’ finita male invece al marocchino e alla moglie costretti a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale “San Vito e Santo Spirito” di Alcamo: ad entrambi sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.