Castellammare del Golfo-Ztl, incontro con residenti “Madrice”: chiesti più controlli notturni

0
756

Stesso assetto della viabilità degli altri anni e soprattutto più controlli. E’ quello che hanno chiesto a gran voce la maggior parte dei residenti del quartiere Madrice di Castellammare del Golfo, cuore del centro storico dove dal prossimo 1 aprile entrerà in vigore la zona a traffico limitato che quindi impedirà l’accesso ai veicoli a determinati orari della giornata per tutto il periodo estivo. Nell’incontro di ieri programmato dall’amministrazione proprio per verificare le esigenze dei residenti del centro storico, gli abitanti della zona Madrice hanno evidenziato due necessità su tutte: anzitutto la conferma dello stesso assetto della viabilità dello scorso anno; ma soprattutto sono stati richiesti più controlli da parte del comando di polizia municipale. La vicinanza di alcune attività alberghiere non aiuterebbe, secondo quanto rappresentato dai residenti, a garantire la scorrevolezza del transito veicolare. Poi dalla mezzanotte in poi, quando i vigili urbani terminano il servizio, si verifica l’assoluto caos con un posteggio selvaggio delle auto che impedisce alla gente di poter entrare o uscire dai garage o anche di circolare all’interno delle strette stradine della zona. Il sindaco Nicola Rizzo ha garantito che la Ztl resterà la stessa dello scorso e che si impegnerà a prolungare i controlli: “Cercheremo un giusto punto di equilibrio – ha detto il sindaco Nicola Rizzo – tra le esigenze dei residenti, quelle dei turisti e anche quelle delle attività ricettive. Il nostro obiettivo è quello di riuscire a condividere le scelte”. All’incontro, che si è tenuto nella chiesa Madre, era presente accanto al sindaco anche l’architetto Marcello Monacò, il dipendente comunale dell’ufficio Tecnico che d’intesa con l’amministrazione comunale ha stabilito la suddivisione delle aree a traffico limitato in sei comparti urbani: zona Madrice, zona Petrolo, zona piazza Cairoli e quartiere “Chiusa”, parte di via Roma, nella zona sopra via canale Vecchio e la zona di via Zangara, cioè la cala marina. Gli incontri di quartiere proseguiranno nei prossimi giorni: lunedì 25 marzo alle 19 al Castello Arabo-normanno saranno incontrati i residenti del quartiere “Chiusa” e di via Roma nella zona sopra via canale Vecchio; infine ultima tappa sempre al Castello, alle ore 19, il prossimo giovedì 28 marzo quando saranno incontrati gli abitanti della zona piazza Cairoli e di via Zangara alla cala marina.