Castellammare del Golfo-Ztl, arriva il regolamento: disciplinati pass e multe

Il Comune di Castellammare del Golfo si dota di un regolamento per disciplinare le aree dove è previsto la zona a traffico limitato. Uno strumento indispensabile dal momento che dallo scorso anno, oltre alle storiche aree interdette al traffico veicolare, e cioè la cala marina e il borgo di Scopello, è entrata in vigore la Ztl in quasi tutto il centro storico creando non pochi malumori. Nel regolamento si stabiliscono alcuni paletti, come le autorizzazioni in deroga per la circolazione nelle vie rientranti nelle Ztl. Cosa importante sono i pass per i residenti: il regolamento prevede che da quest’anno potranno essere garantiti due pass per ogni nucleo familiare che non è in possesso di un’autorimessa, più un altro eventuale pass a richiesta per un terzo veicolo dietro il pagamento di 15 euro mensili. A proprietari o affittuari di box, o ancora a proprietari di attività commerciali, artigianali, pubblici esercizi o studi professionali verrà rilasciato invece un solo pass a titolo gratuito; infine per le strutture ricettive, affittacamere, B&B, ubicate all’interno della zona a traffico limitato, verrà rilasciato un permesso libero ogni 4 camere, per un massimo di 3 permessi, dietro pagamento di 15 euro mensili per singolo pass. Per le auto immatricolate Euro 6, quelle ibride, a metano e gpl, per i ciclomotori Euro 2 e moto Euro 3, con motori a 4 tempi, è prevista una riduzione rispettivamente pari al 10 per cento, qualora debba essere rilasciato permesso a pagamento. Le sanzioni previste per le violazioni sono quelle stabilite dal codice della strada e per i casi comunque non disciplinati è prevista una multa che può variare da 25 a 500 euro. Nell’ambito di questo regolamento l’amministrazione comunale si è impegnata a creare o intensificare sistemi alternativi per favorire la mobilità urbana volte alla ridurre l’inquinamento, quali l’incentivazione del car sharing, il potenziamento del servizio del bus navetta con la creazione di parcheggi esterni che permettano il collegamento con le zone in cui vigono le Ztl, ed altri sistemi quali il ricorso al servizio del trenino tra gli altri. In via sperimentale dall’estate scorsa la Ztl è stata attivata anche nelle arterie limitrofe alla chiesa Madrice. In pratica non si può più entrare nel centro storico castellammarese con l’auto dalle 18 e sino a notte inoltrata per l’arco di tutto il periodo estivo, da giugno a settembre.