Castellammare del Golfo, villa “Margherita” vandalizzata: bagni tornano in funzione

0
291

Nell’arco di appena 72 ore il Comune rimette in sesto i bagni della villa “Regina Margherita” che erano stati danneggiati gravemente da un raid vandalico. Riapre quindi contestualmente al pubblico il polmone verde: “Abbiamo fatto riparare i lavandini, rimessi i nuovi rubinetti, aggiustato la porta e ripulito i servizi igienici e ripristinato tutto nel più breve tempo possibile – affermano il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Cruciata -. Ci teniamo a sottolinearlo perché forse chi commette questi atti di inciviltà non si rende conto della gravità del danno che questi gesti arrecano alla comunità. Ci auguriamo che tali atti non si ripetano e che luoghi ed edifici comuni vengano rispettati nell’interesse di tutta la nostra collettività che certamente condanna questi gesti di inciviltà”. Per questo sfregio al bene pubblico l’amministrazione comunale ha sporto denuncia al commissariato della città in seguito ai rilievi effettuati anche dalla polizia municipale. Seri i danni causati alla villa di corso Mattarella, poco distante dal palazzo municipale. Per introdursi nei bagni qualcuno ha scardinato e danneggiato la porta, quindi ha imbrattato i servizi igienici spargendo acqua e detersivi sul pavimento dei bagni utilizzati da chi frequenta il luogo. Ad essere stato staccato dalla base di marmo uno dei tre lavandini che si trovavano nel bagno mentre i rubinetti degli altri due lavandini sono stati staccati dai supporti e fatti a pezzi. “Ci auguriamo – aggiungono Rizzo e Cruciata – che i colpevoli siano velocemente identificati grazie alle telecamere che si trovano nella zona ma soprattutto che si rendano conto del grave danno procurato alla nostra città mettendo fuori uso un bene pubblico del quale usufruiscono in tanti, soprattutto anziani, bambini e chiunque abbia necessità, producendo disagi e problemi e ulteriori costi per la comunità per il ripristino di un patrimonio di tutti che invece di essere preservato e curato viene danneggiato. Abbiamo impegnato risorse economiche, soldi dei castellammaresi che potevano essere utilizzati per altro, per ripristinare i bagni pubblici a causa di gesti inspiegabili ed inaccettabili. Per questo invitiamo tutti i cittadini a segnalare qualsiasi gesto di inciviltà alla polizia municipale e alle forze dell’ordine”.