Castellammare del Golfo, videosorveglianza in arrivo per cala marina e cimitero

0
246

Nuovi occhi elettronici in arrivo a Castellammare del Golfo. Ufficio tecnico al lavoro per la redazione di due progetti che potranno garantire più sicurezza in altrettante aree sensibili, dunque a rischio. Stiamo parlando della zona marina prospicente il Castello arabo-normanno e dell’ingresso al cimitero comunale. A darne notizia è stato lo stesso sindaco, Nicola Rizzo, sollecitato a sua volta dalla stessa assise affinchè si predispongano interventi a garanzia della sicurezza urbana. La videosorveglianza è vista oramai come primo deterrente contro raid vandalici e criminali in genere un po’ ovunque e molte città dell’hinterland effettivamente si stanno da tempo organizzando in tal senso, a cominciare dalla vicina Alcamo dove sostanzialmente oramai tutto il centro storico è sotto l’occhio vigile di microtelecamere ad alta tecnologia. “Sono state stanziate delle somme per il Comune di Castellammare – afferma il primo cittadino – e in atto c’è un progetto all’ufficio tecnico di videosorveglianza per la zona Marina vicino al Castello e per l’ingresso principale del cimitero comunale”. Un’assoluta priorità secondo l’opposizione in consiglio comunale che recentemente ha preso posizione al riguardo, evidenziando soprattutto la necessità di una copertura di controllo al camposanto. Ad avere sollecitato interventi in tal senso il consigliere comunale di Castellammare 2.0 Giovanni D’Aguanno sulla scorta di alcuni atti vandalici e furti che si sarebbero consumati all’interno proprio del cimitero. Nel dicembre scorso fu lo stesso D’Aguanno che denunciò un episodio: qualcuno si intrufolò all’interno del cimitero forzando parte di una rete di recinzione. Fu evidenziato che sarebbero stati rubati alcuni quadri votivi antichi collocati all’interno di alcune cappelle. Scomparsi, secondo le testimonianze di alcuni titolari di cappelle, anche varie suppellettili e oggetti sacri. Da qui nacque un’interrogazione che il consigliere ha presentato indirizzandola al sindaco per chiedere se per l’appunto si stava valutando l’ipotesi di installare la videosorveglianza lungo il perimetro del cimitero comunale. L’esponente dell’assise ha inoltre sollecitato l’amministrazione comunale a confrontarsi sul problema dei furti avvenuti nei mesi scorsi con il commissariato di Polizia o con la stazione dei carabinieri.