Castellammare del Golfo-Torre Bennistra e bagni pubblici: fruibili con contributo volontario

Torre Bennistra e i bagni pubblici dell’autostazione (nella foto) saranno a pagamento a Castellammare del Golfo. Per usufruirne sarà necessario un contributo volontario che servirà in buona sostanza a garantire i servizi resi per mantenere il decoro di questi due siti. Già in questi giorni è stata tirata a lucido la strada che porta alla torre Bennistra a Scopello e sono stati anche attivati i bagni pubblici. Entrambi sono gestiti da cittadini con difficoltà economiche. L’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo ha firmato una convenzione con la cooperativa “Unione delle Famiglie”, composta per l’appunto da famiglie indigenti, per affidare i due servizi: “Creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate offrendo servizi utili alla collettività – spiega il sindaco Nicolò Coppola – come la pulizia dei bagni pubblici all’interno dei locali di piazza della Repubblica, dove si trova l’autostazione, mai entrati in funzione perché non abbiamo né il personale adeguato per la gestione diretta del servizio, né le risorse finanziarie adeguate per appaltarlo e contemporaneamente tenere l’area in ordine. Un altro intervento che ha una finalità collettiva importante è la discerbatura della strada di accesso alla Torre Bennistra, così da prevenire il pericolo di incendi durante la stagione estiva che possono mettere a rischio l’incolumità dei turisti che visitano il  nostro punto di osservazione panoramica che è la restaurata torre, compreso lo spazio attorno”. La cooperativa da tempo realizza servizi utili come la pulizia di terreni incolti o di aree abbandonate, cura di zone verdi e di animali abbandonati. Recentemente si è messa in moto anche l’iniziativa di affidare a questo organismo un bene confiscato alla mafia per renderlo produttivo con la coltivazione di ortaggi e frutta: “Il meccanismo è socialmente utile – aggiunge il primo cittadino – perché al pari del progetto ‘spiagge pulite’ consente lavoro e produttività nell’interesse della collettività”. La convenzione durerà fino al prossimo anno e la cooperativa, obbligata ad organizzare l’attività lavorativa impiegando persone in condizione di svantaggio, potrà chiedere un contributo volontario ai visitatori che raggiungono torre Bennistra e potranno usufruire di un passaggio pedonale pulito e libero da sterpaglie o a coloro che utilizzano i servizi igienici di piazza della Repubblica. Prevista anche la pulizia dell’area esterna pedonale al servizio del terminal bus e la manutenzione del verde attorno l’area di servizio dei bagni pubblici. A Scopello sarà effettuato il servizio di pulizia della strada che porta a torre Bennistra ma anche della torre stessa e dello spazio attorno, con la collocazione nello spiazzale di un piccolo gazebo per il servizio di custodia.