Castellammare del Golfo-Strisce blu, salta l’appalto: “Anomalie nelle gara, rischio contenziosi”

Anomalie nella gara d’appalto per l’affidamento del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento a Castellammare del Golfo. Motivi che hanno spinto il Comune ad annullare in autotutela la gara indetta proprio per affidare l’appalto. “Soggetti interessati a partecipare alla gara – ha evidenziato il responsabile unico del procedimento, Giuseppe Giordano, che per conto del Comune stava seguendo l’iter per l’indizione dell’appalto – hanno evidenziato incongruenze nel capitolato d’appalto. Se non chiariti questi aspetti vi potrebbero essere contenziosi nei confronti del Comune”. A questo punto il responsabile della stazione appaltante del Comune, l’ingegnere Simone Cusumano, ha deciso di annullare in autotutela le procedure di gara. Resterà ancora quindi nelle mani della polizia municipale la gestione temporanea dei parcheggi a pagamento in città. E’ dal luglio scorso che sono direttamente i caschi bianchi ad effettuare il servizio di controllo dei ticket per effetto della scadenza del contratto d’appalto con la ditta che gestiva il servizio. Non si è potuto procedere ad una proroga per il semplice motivo, come dichiarato dal sindaco Nicola Coppola, che sarebbero cambiate le regole in materia. La decisione dell’affidamento in house delle strisce blu aveva creato anche frizioni nel mondo politico con il consigliere comunale Giuseppe Fausto a puntare il dito sul primo cittadino e la sua amministrazione. Infatti il mancato rinnovo della gestione dei parcheggi a pagamento ha determinato il licenziamento di 7 lavoratori della ditta che svolgeva il servizio. In questo frangente i parcometri sono stati presi in affitto dal Comune almeno sino a che non si espleterà la nuova gara. Sono quindi regolarmente funzionanti. A controllare il servizio ci sono i vigili urbani e per far fronte all’arrivo dei turisti, e quindi ad un maggior afflusso di traffico veicolare, è stata espletata una convenzione con il Comune di Alcamo per l’utilizzo in distacco di 8 agenti di polizia municipale a Castellammare. Prima di adesso si era andati avanti con proroghe di questo appalto e ce n’erano state diverse. A dire il vero il Comune già diverse volte aveva tentato di internalizzare il servizio, gestendo quindi in proprio le strisce blu ma nel 2014, per ben due volte nell’arco di tre mesi, è andato a vuoto il bando del Comune per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero dovuti essere adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno si è mostrato interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico. Ci aveva provato già la precedente amministrazione guidata dal sindaco uscente Marzio Bresciani, ed anche l’attuale sindaco Nicola Coppola ha tentato la strada dell’internalizzazione del servizio ma senza successo. Nessuno, alla scadenza del termine per la presentazione delle istanze per diventare ausiliare del traffico, ha partecipato ai vari avvisi emanati dal Comune.