Castellammare del Golfo-Sclerosi multipla, tanti racconti in quelle foto

0
445

“Una fotografia vale più di mille parole”. La frase del filosofo cinese Confucio rispecchia perfettamente i messaggi che emergono da quelle 38 foto di volti e quei racconti testimoniati dai poster con foto di gruppo durante momenti di incontri. Attraverso le foto vengono raccontate storie e drammi di ammalati di sclerosi multipla, impegnati in un processo di integrazione e in tante attività, promosse dall’Associazione sclerosi multipla “Sacro Cuore” di Alcamo. Una malattia che stravolge la vita anche dei propri famigliari. Una malattia contro la quale la scienza ancora non è riuscita a trovare rimedi e cure. Da quei volti non traspare il dramma della sofferenza, ma la gioia di vivere. Tanto ottimismo grazie anche al percorso fatto all’interno dell’Associazione sclerosi multipla “Sacro Cuore” di Alcamo, nata quasi 5 anni fa per iniziativa di Luca Scalisi, che la presiede, e da un gruppo di volontari. Le foto di Fulvio Eterno sono i tanti capitoli di una storia dove non sarà scritta la parola fine perché la “Sacro Cuore”, per il ruolo che svolge, è destinata a durare. Più che una mostra, quella   inaugurata ieri pomeriggio  presso la sala cinquecentesca del Comune di Castellammare, è il racconto di una gara di solidarietà che non conosce soste. La mostra, che rimarrà aperta sino a domani sera, ha come tema: “Un ritratto contro la sclerosi multipla”. A tagliare il nastro il sindaco di Castellammare, Nicola Rizzo. Presente Vito Lombardo assessore al Comune di Alcamo e , tra gli altri, il giornalista Angelo Morello, già capo redattore al Tele Giornale di Sicilia e che conduce, su TGS, programmi sportivi sul Palermo. Angelo Morello e la moglie Roberta hanno fondato l’associazione “Livia onlus”, dedicata alla figlia morta all’improvviso nella notte tra il 12 e 13 marzo del 2011 e portano avanti tante iniziative di solidarietà. Una quarantina gli ammalati assistiti dalla “Sacro Cuore” che coinvolgono un centinaio di persone, molti sono familiari. Molti volontari. Quei pannelli e foto esposti a Castellammare raccontano, con i visi sorridenti di chi sopporta con grande dignità la malattia,  le decine di iniziative, nelle quali sono coinvolti.   La mostra, inaugurata ieri sera si potrà visitare sino a domani ripropone volti e immagini dell’esposizione, svoltasi ad Alcamo un mese fa durante i festeggiamenti della Patrona.