Castellammare del Golfo più ecosostenibile, l’ok al progetto della Comunità Europea

0
261

Il Joint Research Center (JRC), struttura tecnica della Commissione Europea, ha approvato il piano di azione per l’energia sostenibile (Paes) del Comune di Castellammare. “La Commissione Europea che si congratula per la qualità del nostro piano indica che siamo sulla giusta strada verso la sostenibilità energetica ed ambientale – affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco Salvo Bologna -. Abbiamo ottenuto un importante benestare da parte dell’Europa che conferma la validità delle scelte da noi compiute; con le azioni previste nel Paes accederemo alle risorse programmate dai fondi comunitari. Ringraziamo il consiglio comunale che lo ha approvato all’unanimità e e l’ingegnere Mario Finocchiaro che ha elaborato il piano». Il Paes del Comune di Castellammare è un documento che descrive le azioni che il governo cittadino metterà in atto, dopo aver aderito al patto dei sindaci promosso dalla Commissione europea, per raggiungere e superare l’obiettivo di riduzione del 20 per cento delle emissioni di CO2 entro il 2020 aumentando la produzione di energia da fonti rinnovabili: approvato dal consiglio comunale a gennaio di quest’anno, adesso è arrivata dalla Commissione Europea la comunicazione che i criteri indicati dal piano per raggiungere l’obiettivo, soddisfano pienamente la Ce. Il piano è stato redatto da un professionista esterno, incaricato dal Comune tramite avviso pubblico. «Avviamo un percorso che dovrà portare ad un cambiamento di abitudini per migliorare la qualità ambientale della nostra città. Il corretto utilizzo di fonti rinnovabili rappresenta un’occasione di sviluppo economico e di risparmio per imprese e cittadini. Adesso dobbiamo mettere in atto le azioni previste dal piano e raggiungere l’obiettivo – concludono Coppola e Bologna -: per farlo occorre il contributo di tutti i cittadini ai quali chiediamo già da ora, la massima collaborazione».