Castellammare del Golfo-Parcheggi a pagamento di nuovo in mano ai privati

Saranno riaffidati ad una società esterna per altri tre anni i parcheggi a pagamento a Castellammare del Golfo. Così ha deciso la giunta guidata dal sindaco Nicola Coppola che quindi pare abbia definitivamente accantonato la possibilità di potere gestire in proprio le aree di sosta. Proprio in questi giorni sindaco e assessori hanno dato indirizzo agli uffici competenti di predisporre il nuovo bando dal momento che l’affidamento del servizio, attualmente in mano alla Sys, scadrà il prossimo 7 aprile. Entro quella data non si riuscirà a completare la procedura ed allora è stato già deciso di dare in regime di proroga l’appalto all’attuale società. Se dovessero essere riconfermati i termini del precedente bando in tre anni il Comune dovrà scucire ben 300 mila euro alla ditta che si aggiudicherà l’appalto, che è il 50 per cento del presunto incasso lordo. Il bando infatti sino ad oggi è stato emanato con la clausola che la ditta vincitrice incassa il 50 per cento degli introiti effettivi. Ovviamente in sede di gara d’appalto questa percentuale è al ribasso ma comunque non si dovrebbe discostare molto da tale proporzione. L’idea del rinnovo della concessione esterna del servizio è maturata definitivamente quando l’amministrazione si è dovuta arrendere di fronte all’evidenza del fatto che nessun dipendente comunale si è reso disponibile per essere trasformato in ausiliare del traffico. Questa direttiva della giunta, infatti, era arrivata dopo che per ben due volte nell’arco di tre mesi, tra giugno e settembre del 2013, è andato a vuoto il bando del Comune per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero dovuti essere adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno si è mostrato interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico. Ci aveva provato già la precedente amministrazione guidata dal sindaco uscente Marzio Bresciani, ed anche l’attuale sindaco Nicola Coppola ha tentato la strada dell’internalizzazione del servizio ma senza successo. Nessuno, alla scadenza del termine per la presentazione delle istanze per diventare ausiliare del traffico, ha partecipato ai vari avvisi emanati dal Comune. Ora è arrivata la decisione di rifare un nuovo bando di gara. Ad oggi la società che ha in gestione le strisce blu ha effettuato il servizio mediante parcometri e con il supporto per l’appunto di ausiliari del traffico dipendenti della stessa ditta. La decisione del Comune di volere gestire in house il servizio era stata di natura economica. In pratica avrebbe abbattuto del tutto i costi, dal momento che la gestione sarebbe passata a dipendenti che sono già al libro paga del Comune. In pratica sarebbero stati risparmiati qualcosa come 100 mila euro l’anno, sulla base degli introiti che si ricavano ogni anno mediamente dalle strisce blu.