Castellammare del Golfo-Nuovo sindaco già operativo: giunta completata con deleghe

0
22

E’ già operativa la nuova squadra di governo del neosindaco di Castellammare del Golfo Nicola Rizzo. A pochi giorni dalla sua elezione ha chiuso il cerchio in un istante nominando gli altri due assessori mancanti e contestualmente distribuendo le deleghe. Le ultime due nomine sono quelle di Giuseppe Cruciata e Maria Tesè, volti noti della politica locale. Il primo, 51 anni, è di lungo corso: è stato già presidente del consiglio, consigliere comunale nella scorsa legislatura ed anche vicesindaco ai tempi dell’allora primo cittadino Giuseppe Ancona.

E’ stato rieletto consigliere comunale anche nell’ultima tornata del 10 giugno, esponente del movimento “Diventerà Bellissima”: il neosindaco lo ha voluto premiare con la nomina di suo vice e affidandogli deleghe davvero pesanti come Bilancio, Tributi, Risorse umane, Urbanistica ed Edilizia privata. Tesè, anche lei 51enne ed eletta allo stesso modo consigliere comunale, è al contrario venuta fuori solo alle scorse elezioni amministrative del 2013, quando si candidò con il movimento Cambiamenti a candidato sindaco andando ben oltre le previsioni e insidiando quello che divenne poi primo cittadino ma con uno schieramento politico sicuramente molto più massiccio.

A lei Rizzo ha affidato Turismo, Sport, Spettacolo, Cultura e Ambiente. Gli altri due assessori già nominati al primo turno erano Enza Ligotti, 44 anni, e il noto avvocato penalista Giacomo Frazzitta, 50 anni. Alla prima sono state affidate le deleghe Servizi sociali, Servizi demografici, Pari opportunità, Pubblica istruzione, Arredo urbano, Contenzioso e Rapporti legali; Frazzitta invece si occuperà di Legalità, Sicurezza pubblica, Viabilità, Protezione civile, Informatizzazione, Sviluppo economico e Attività produttive.

Tra le deleghe trattenute dal sindaco figurano le Infrastrutture. Fissato anche l’insediamento del consiglio comunale per il prossimo 28 giugno: previsto il giuramento dei 16 consiglieri comunali, 11 di maggioranza e 5 di opposizione tra cui il sindaco uscente Nicola Coppola, e l’elezione del presidente e del vice dell’assise.