Castellammare del Golfo-Nuovo comandante vigili urbani, guerra al Comune

0
480

Manovre dal palazzo di città a Castellammare del Golfo: la politica si è messa in moto per il possibile cambio alla guida del comando di polizia municipale e le frizioni non mancano. Il successore di Giorgio Collura ha scatenato le prime tensioni interne alla maggioranza da quando si è ricostituita la coalizione con l’ingresso di Ncd. E sono stati proprio i “nuovi entrati” ad avere storto il naso sull’iniziale paventata ipotesi di fare una nomina esterna e di nominare Andrea Ferguglia, il comandante revocato dal suo incarico a San Vito Lo Capo dal sindaco Matteo Rizzo a seguito di un lungo braccio di ferro. Pare che dietro a questa manovra potesse esserci un accordo trasversale con la corrente dell’Udc del deputato regionale Mimmo Turano. Si è pero registrata la levata di scudi di Ncd, seguita poi da quasi tutta la coalizione a sostegno del primo cittadino, che ha rivendicato il fatto che la scelta dovesse essere collegiale. Da qui sono nate le frizioni ma dall’ultimo confronto avuto tra lo stesso sindaco Nicola Coppola e la sua maggioranza pare che tutto sia rientrato: “In realtà non c’è mai stata questa ipotesi – sostiene Coppola – e la coesione interna alla maggioranza non è mai stata messa in discussione. La soluzione sarà interna”. Animi quindi che si sono placati ma c’è da dire che non è affatto scontato che l’attuale capo dei caschi bianchi vada via da Castellammare. Infatti è in bilico la sua nomina al Comune di Calatafimi, dove lo stesso Collura aveva fatto richiesta di trasferimento. La commissione che ha gestito il concorso ha riammesso un candidato che era stato inizialmente scartato. Il che apre quindi nuovi possibili scenari: se dovesse spuntarla quest’ultimo Collura resterebbe al suo posto. “Si prevede che a breve arrivi una risposta in merito dal Comune di Calatafimi – aggiunge il primo cittadino – e staremo a vedere come andrà a finire. Noi nel frattempo ci dovremo far trovare pronti”. Intanto per l’appunto si sta ancora discutendo su quali dovranno essere i criteri per la nomina del nuovo comandante. Pare che l’amministrazione comunale, di concerto per l’appunto con la maggioranza, si stia muovendo per scegliere quale possibile successore di Collura uno dei responsabili di Settore attualmente in servizio al Comune. Quindi l’idea è quella di non “promuovere” l’attuale vice dei caschi bianchi ma di andare a pescare altrove. Proprio su questa strategia pare che si sia trovato l’accordo interno alla coalizione di Coppola e che gli animi, al momento, si siano nuovamente calmati. Intanto il sindaco smentisce ancora che ci sia già un criterio di fondo: “La soluzione interna è per evitare possibili aggravi sulle casse del Comune – rilancia Coppola – ma sui criteri del successore ancora non è stato stabilito nulla”.