Castellammare del Golfo-Comune, finalmente la rotazione del personale: mano alla burocrazia

0
306

A poco meno di un anno dalla fine del mandato finalmente il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola Coppola, da seguito all’annunciata rotazione interna di dirigenti del Comune. Tema sul qualche si è consumata una diatriba interna alla maggioranza e che ha visto recentemente la rottura del primo cittadino con il Nuovo Centrodestra che proprio per la mancata rotazione dei burocrati, e non solo, aveva deciso di uscire dalla maggioranza. Ora Coppola, con un atto d’indirizzo, ha dato avvio a questa rotazione del personale in uffici definiti sensibili quali il terzo, quarto e sesto Settore comunale, vale a dire Lavori pubblici, Urbanistica e Sportello unico per le Attività produttive. L’atto di indirizzo ufficializzato con delibera di giunta è indirizzato al segretario generale Piera Mistretta, responsabile del Piano anticorruzione. “Un indirizzo politico chiaro poiché fino ad oggi il personale non è praticamente mai stato alternato, anche se è non è altro che l’attuazione del Piano anticorruzione – afferma il sindaco Nicolò Coppola -. Su input dell’assessore Antonio Mercadante ho avviato l’attuazione di questo percorso che sono certo è condiviso da tutte le parti politiche: la rotazione infatti sarà estremamente utile per la macchina amministrativa perché consente ai tecnici di acquisire nuove conoscenze e ci permette maggiore programmazione”. Il primo cittadino sostiene che per il Comune questa manovra sarà utile anche sulla scorta magari di qualche assenza dei titolari proprio perchè si prevedono sostituti che hanno acquisito apposita formazione. Ci sono intanto i primi nuovi arrivi in pianta organica: nel Settore Urbanistica è arrivato con contratto part time ed a tempo determinato l’attuale reggente di Calatafimi, l’ingegnere Angelo Mistretta. “Il piano di mobilità intersettoriale di tutto il personale tecnico – fanno presente Coppola e l’assessore Mercadante – riguarda tutte le figure tecniche, non l’indicazione di chi deve andare e dove, ma una rotazione ciclica e completa di tutti i professionisti nei nostri uffici tecnici. La professionalità acquisita dai dipendenti in certi settori di attività non deve essere prerogativa personale ma va trasmessa così da essere mezzo a garanzia della funzionalità amministrativa. Si tratta di una  scelta di questa amministrazione – proseguono sindaco e assessore – che ha il duplice obiettivo di rispettare la normativa sull’anticorruzione e stimolare il personale ad essere ancora più esperto e produttivo”. Nell’atto di indirizzo si legge che “i dipendenti sottoposti a scambio intersettoriale svolgeranno presso i settori di destinazione funzioni e compiti propri della categoria e del profilo professionale ricoperti a seguito di opportuno affiancamento”. “Questo – sostiene il capogruppo di SìAmo Castellammare Peppe Cruciata, esponente della coalizione a sostegno dell’amministrazione – è un atto fortemente voluto dal gruppo SiAmo Castellammare e subito condiviso da tutta la coalizione. Riteniamo possa essere l’inizio per un miglior funzionamento dei settori tecnici comunali”.