Alcamo-Emergenza idrica, ancora problemi da Montescuro e slitta turno

0
450

Non finiscono mai i problemi idrici per Alcamo. Dopo l’allungamento dei turni da questo mese di giugno, passati in poco tempo da 4 a 6 giorni, ora arriva una nuova tegola. Siciliacque, società che gestisce l’acquedotto di Montescuro ovest da cui Alcamo attinge 50 litri di acqua al secondo, ha ridotto la fornitura proprio su Alcamo per “motivi tecnici”, secondo quanto rende noto l’ufficio Tecnico del Comune. La riduzione dell’acqua è avvenuta nel fine settimana, motivo per cui oggi ci sono state delle ripercussioni. Il turno di approvvigionamento viene quindi spostato di altre 24 ore rispetto alla tabella di erogazione stabilita dal Comune. Il turno pomeridiano di oggi, riguardante la zona di Sant’Anna bassa, è spostato a domani con erogazione fissata a partire dalle 19, mentre il turno di domani riguardante le zone da corso VI Aprile a Viale Europa (direzione sud), e da via Imperiale a viale Italia sarà spostato mercoledì 28 giugno. Dunque un nuovo disagio si accavalla ad altri che in serie in questo mese di giugno si sono succeduti a ritmo vertiginoso proprio su Alcamo. Prima l’abbassamento delle falde delle sorgenti Mirto, Dammusi e Chiusa, che oggi non erogano più di 25-30 litri di acqua al secondo, poi i problemi tecnici che hanno riguardato l’acquedotto di Montescuro e la conseguente riduzione dell’approvvigionamento che ha portato a far slittare i turni di erogazione ogni 6 giorni. Ma ad Alcamo si lotta anche contro le reti colabrodo per combattere l’emergenza idrica. Una serie di interventi sono in  itinere ma la dispersione idrica crea disfunzioni in alcune zone della città che alla fine non vengono adeguatamente servite.