Castellammare del Golfo-Centro storico, nel mirino i fondi per il III stralcio

A Castellammare del Golfo si pensa già alla nuova tranche di interventi di riqualificazione del centro storico. Si tratta del terzo e ultimo stralcio che si sta cercando di portare a compimento e che in questo modo chiuderebbe il cerchio attorno al cuore pulsante del paese marinaro che da anni sta investendo proprio con l’idea di abbellirsi e rendersi più accattivante agli occhi dei turisti. A giudicare dai risultati sino ad oggi ottenuti, con tantissimi turisti che si riversano tra la via Garibaldi e le arterie limitrofe sino a raggiungere la Cala marina, il riscontro è stato assolutamente positivo. In quest’ottica l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Coppola ha completato l’iter burocratico per arrivare per l’appunto a mettere mano all’ultimo tratto del centro storico non ancora ammodernato, compreso tra la parallela di corso Garibaldi e sino alla via Alberto Mario. Gli uffici hanno approvato sul piano amministrativo la proposta progettuale che mira ad un generale abbellimento con nuovi arredi artistici della zona e soprattutto al ripristino dell’antica pavimentazione. Un passaggio importantissimo, contestualmente all’impegno economico del Comune quale quota di confinanziamento, perché permette al municipio di poter presentare istanza al bando emanato dalla Regione per la predisposizione di un programma di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani. Il progetto, reso già esecutivo dal Comune nelle scorse settimane, era stato inserito all’interno del piano triennale delle opere pubbliche. La spesa complessiva ammonta a circa un milione e 100 mila euro di cui 184 mila euro a carico del Comune. A Castellammare da poco si sono conclusi i lavori del II stralcio per la riqualificazione del centro storico. In questo caso il Comune, grazie a fondi della Regione, ha investito circa 800 mila euro per riportare alla luce il basolato nel tratto che va da via Puccini, corso Garibaldi fino all´incrocio con i Quattro Canti. Lavori che però non sono stati indolore: infatti questa estate sono state non poche le proteste dei commercianti della zona che hanno additato il Comune di non avere rispettato i tempi di esecuzione degli interventi previsti, trascinando quindi i cantieri sino ad estate inoltrata con tutti i disagi che questo comporta.