Castellammare del Golfo-Castello aperto anche i festivi, progetto del Comune

0
496

Castello Arabo-normanno aperto anche i prefestivi ed i festivi. Iniziativa che sta mettendo a punto l’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo d’intesa con gli uffici del II Settore del municipio a cui è stato dato l’input di provvedere a mettere in pratica gli atti gestionali necessari per permettere che il sito culturale resti sostanzialmente sempre aperto. Un piano che rientra nell’ambito di un preciso progetto-obiettivo pensato dal governo cittadino che si porta dietro il pesante fardello di una città che di fatto pur avendo vocazioni turistiche non garantisce servizi consequenziali. Ad esempio una delle grosse pecche è proprio il Castello che sabato e domenica chiude i battenti lasciando esterrefatti i tanti turisti che affollano la cittadina marinara e che si ritrovano davanti un portone sbarrato. Il Comune ha trovato i fondi facendo leva sul contratto collettivo nazionale di lavoro per gli impiegati pubblici in cui si prevede che vi è la possibilità per la giunta municipale di riservare un quota del 30 per cento del fondo destinato alla produttività, secondo specifiche esigenze di servizio per l’approvazione di mirati progetti-obiettivo. In tal senso sono stati racimolati all’incirca 43 mila euro, soldi che potranno quindi essere utilizzati per pagare i dipendenti che svolgeranno servizio in orari extra rispetto al loro contratto. Al responsabile del IV Settore l’amministrazione ha sollecitato l’individuazione di 5 dipendenti a tempo determinato che possano per l’appunto coprire queste ore in più da espletare per tenere aperto il bene culturale. La giunta guidata dal sindaco Nicola Coppola ha deliberato lo stanziamento della somma e l’avvio del progetto-obiettivo. Questa iniziativa prende spunto dal fatto che lo scorso marzo all’interno del castello arabo-normanno è stato istituito il polo museale “La memoria del mediterraneo”, con le caratteristiche di museo del territorio. Quindi un vero e proprio punto di riferimento per i turisti e per questo nei giorni festivi e pre-festivi il sito deve rimanere aperto. “Tra le priorità dell’amministrazione comunale – afferma nella delibera la giunta – vi è quella di una migliore fruizione di tutti i siti culturali, tenuto conto della forte vocazione turistica che il territorio comunale sta assumendo soprattutto nel corso degli ultimi anni. Ai fini di una migliore fruizione dei siti culturali, vi è tra le soluzioni quella di una razionalizzazione degli orari di apertura al pubblico degli stessi, anche mediante una modifica e contestuale ampliamento delle fasce di apertura che comprendano anche i giorni prefestivi e festivi”.