Castellammare del Golfo-Rete fognaria a Scopello, sbloccato il finanziamento

Sbloccato il finanziamento per la realizzazione del sistema fognario della borgata di Scopello a Castellammare del Golfo. A darne notizia il sindaco della città, Nicola Coppola, che annuncia per l’appunto il trasferimento nelle casse del Comune di una prima piccola parte dell’intero investimento ottenuto che segna una svolta sul piano burocratico: “Si tratta – afferma Coppola – di un piccolo trasferimento, di circa 74 mila euro sui 5 milioni complessivi, molto significativo perché, oltre al fatto di consentire di pagare le spese ai professionisti che hanno redatto il progetto, di fatto sblocca il finanziamento, rendendolo disponibile, e permette di effettuare la gara”. Il decreto di finanziamento prevede infatti che con successivo atto ci dovrà essere l’impegno in favore del commissario straordinario, che gestisce le procedure relative alla gara d’appalto, della somma residua di 4 milioni e 925 mila euro circa, a copertura totale del finanziamento. “Questo – aggiunge il sindaco – ad ulteriore conferma dell’effettiva disponibilità delle risorse finanziarie per realizzare il sistema fognario di Scopello per il quale adesso si può fare la gara”. I fondi sono stati stanziati con delibera Cipe 60/2012 e sono inglobati in un altro finanziamento accordato a Castellammare di ulteriori 18 milioni e mezzo di euro per la realizzazione del depuratore. “Il trasferimento in favore del Comune di Castellammare con la contestuale disponibilità della somma complessiva finanziata – precisa il sindaco – è stato comunicato dal dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti al commissario straordinario, che gestisce progetto e somme, ed anche  al Comune. Non possiamo che esserne lieti poiché, per i poteri speciali dei quali può avvalersi il commissario, quanto abbiamo avviato per garantire il sistema fognario a Scopello ed il depuratore a Castellammare, sarà portato a termine in maniera ancora più veloce”. Il commissario è stato nominato su Castellammare, così come in molti altri Comuni siciliani, perché in procedura di infrazione comunitaria per la mancanza di depuratori. “Una figura – aggiunge il primo cittadino – che può seguire procedure più snelle rispetto a quelle tortuose, e di lunghissima attesa, consentite ai Comuni. Ritengo dunque che la gara per il sistema fognario a Scopello potrà essere fatta a breve scadenza”.