Castellammare del Golfo-Auto selvagge e abbandono rifiuti, arrivano le “multe e a strascico”

Tolleranza zero per l’abbandono dei rifiuti e per le auto senza assicurazione, senza revisione, in doppia fila o in  sosta vietata. Da oggi entra in vigore a Castellammare del Golfo il temuto sistema delle multe “a strascico”. A stretto giro di posta sarà attivo il sistema di controllo basato su telecamere istallate direttamente sulle pattuglie della polizia municipale. In arrivo in particolare anche il sistema “rifiuto stop”, cioè il posizionamento di telecamere nascoste in zone a rischio. L’amministrazione comunale ha acquistato entrambi i sistemi di controllo. “Intendiamo adottarli come mezzi di prevenzione. Abbiamo avviato le procedure per il sistema targa scanner poiché lo riteniamo principalmente un investimento per la sicurezza stradale – affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Viabilità Maurizio Paradiso – perché questo strumento consente di bloccare auto senza revisione o assicurazione. È inoltre un mezzo digitale che come tale non prevede alcuna distrazione e consente di velocizzare le procedure di accertamento. Rimane fondamentale il ruolo dell’agente di polizia municipale che riceve i dati e verifica”. Controlli in tempo reale, di giorno come di notte essendo telecamere a infrarossi, con il sistema targa scanner, video controllo automatico tramite telecamere posizionate sulle autovetture della polizia municipale che, mentre percorrono le vie cittadine, in due secondi riprendono e fotografano le targhe dei mezzi. Il dato è inviato ad un tablet utilizzato da un vigile urbano che può accertare, da altri database collegati, il possesso dell’assicurazione, l’avvenuta revisione della vettura e rilevare la sosta irregolare, se l’auto è rubata o ha permessi speciali di transito. Ma l’amministrazione comunale ha anche deciso di acquistare telecamere ‘stand alone’, vale a dire indipendenti, per il sistema “Rifiuto Stop” per installarle nascoste nelle aree più a rischio abbandono rifiuti. Si tratta di telecamere ad alta risoluzione che consentono la registrazioni di immagini e audio con perfetta visione sia diurna che notturna. “Le telecamere occultate saranno installate nelle aree più interessate dal fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti – aggiungono Coppola e Paradiso -. Un comportamento incivile che, nonostante varie azioni messe in campo non si riesce ad arginare in particolare in alcune zone di transito per aree di pregio paesaggistico nonostante nostri appelli, controlli, verifiche, l’attivazione di un servizio gratuito al quale rivolgersi per disfarsi di oggetti ingombranti. Ci serviremo adesso delle telecamere, un sistema semplice ma che riteniamo possa essere efficace, e che ci consentirà probabilmente di fare da deterrente dopo le prime sanzioni. Ricordiamo che le multe previste sono pesanti e oltre a quelle pecuniarie, a seconda del tipo di rifiuti abbandonati, si può trattare anche di reati perseguibili penalmente”.