Campobello: danni all’oleificio “Fontane d’oro”.

Danni da quantificare, quelli causati dal furto di attrezzature ed atti vandalici ad opera di ignoti, perpetrati nei giorni scorsi ai danni dell’oleificio “Fontane D’oro” di contrada Erbe Bianche a Campobello di Mazara, bene confiscato alla mafia ed assegnato per fini istituzionali al Comune belicino. La struttura, alla fine di settembre è stata concessa dalla Commissione Straordinaria che all’epoca reggeva le sorti del comune, alla Croce Rossa Italiana sezione provinciale di Trapani con un contratto di comodato d’uso gratuito, al fine di utilizzare l’immobile per l’accoglienza dei migranti stagionali impegnati nella raccolta delle olive.

Ad essere trafugati risultano 5 silos di grosse dimensioni in acciaio ed i relativi motori elettrici, un coperchio in acciaio, di una vasca. Oltre a depredare gli ignoti malfattori, hanno anche tagliato tutti i cavi elettrici all’interno dei pozzetti di controllo dell’impianto di illuminazione pubblica interna della struttura. Tagliata e divelta parte della rete di recinzione esterna della struttura. Indagini sono in corso da parte della squadra di polizia giudiziaria della Polizia Municipale.

(fonte e foto castelvetrano news)