Calcio, Trapani in serie B. Arriva anche il facoltoso finanziere Heller

0
417

Dopo sei anni, per la seconda volta nella sua storia lunga cominciata nel 1905, il Trapani viene promosso in serie B. La prima volta accadde sotto la guida tecnica di Roberto Boscaglia e il traguardo venne tagliato sul terreno della Cremonese. Adesso il tripudio è arrivato in un Provinciale tinto di granata e stracolmo di spettatori. A cadere sotto i colpi del Trapani un Piacenza, battuto per 2 a 0 con reti di Nzola e Taugordeau, e assolutamente dominato dalla formazione di Vincenzo Italiano, artefice numero uno del ritorno nella serie cadetta. A fine gara la festa è stata indescrivibile. Dopo la lunga premiazione predisposta dalla lega Pro con un grande trofeo e le medaglie e a tutti i granata, si è scatenata l’invasione di campo con caccia sfrenata a maglie e calzoncini dei calciatori e serie infinita di selfie.

Una serata, quella della promozione in serie B, che dopo meno di 12 ore è stata coronata dalla notizia, diffusa dallo stesso interessato, il finanziere romano Giorgio Heller, di avere acquisito l’80% della proprietà del Trapani Calcio. Sarebbe stato firmato già un protocollo d’intesa con gli attuali proprietari che avevano rilevato il club da un paio di mesi. La novità si spera possa portare il sereno perché sabato sera, allo stadio Provinciale, il clima nei confronti della cordata avellinese non era dei migliori, come del resto già lo era da un po’ di tempo. Vedere il dg Rino Caruso e Maurizio De Simone apostrofati dagli spettatori e anche reagire è sembrato un quadro assurdo. Una situazione paradossale resa ancora più tale dal vedere i due dirigenti girare con dei possenti guardaspalle in quella che dovrebbe essere casa loro visto che sono i proprietari del club granata.

Bisognerà comunque adesso attendere i risvolti sulla novità Heller. Probabilmente si assisterà ad una nuova telenovela fino al 25 giugno, la data in cui tutte le società professionistiche dovranno presentare la documentazione, condita da corposi pagamenti e dalle liberatorie, per regolarizzare l’iscrizione alla serie B. Allo stato attuale i tifosi delle due siciliane Trapani e Palermo, attendono quella data con parecchia apprensione.