Calatafimi-Segesta, si finge operatrice Enel e deruba anziana

Un vecchio trucco, ma ancora efficace. Aveva bussato alla porta di un’anziana vedova nel centro di Calatafimi-Segesta qualificandosi come operatore dell’Enel, con la scusa di proporre un contratto per conto della società fornitrice di energia. La signora ultraottantenne, non sospettando nulla e facendosi raggirare dai modi apparentemente affabili e cortesi della ragazza, l’ha lasciata entrare in casa. È accaduto ieri pomeriggio: la 31enne Vasana Di Giovanni, di origini thailandesi, ma da anni residente a Marsala, una volta entrata, non ha avuto alcuna esitazione, arraffando il portafoglio della malcapitata posto su un mobile della cucina e poi andandosene con disinvoltura. L’anziana donna, accortasi solo dopo del furto subito, dopo qualche minuto ha informato i carabinieri fornendo una descrizione della giovane. I militari dell’Arma, hanno presto rintracciato la ladra, la quale cercava di nascondersi tra i vicoli del centro storico. Vistasi ormai scoperta e senza via di fuga, non le è rimasto che ammettere il furto e consegnare spontaneamente la refurtiva, che è stata restituita alla legittima proprietaria. La ragazza, è stata quindi arrestata in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione e, su disposizione dell’A.G., è stata condotta presso la sua abitazione a Marsala in regime di detenzione domiciliare. Una vicenda terminata a lieto fine ed un occasione per i carabinieri per ribadire a tutte le persone anziane, specialmente a quelle che vivono da sole, di fare attenzione alle truffe e non fare entrare in casa sconosciuti, allertando immediatamente le forze dell’ordine in caso di persone sospette.