Calatafimi-Botte e violenza sessuale, arrestato un uomo di 54 anni

0
3920

Ennesima storia di violenza che si consuma fra le quattro mura domestiche che questa volta accende i fari sulla piccola comunità di Calatafimi. I carabinieri della Compagnia di Alcamo, dopo un’indagine durata quattro mesi, hanno arrestato G.M. di 54 anni. Sarebbe lui il presunto orco che avrebbe malmenato i propri familiari con cui conviveva e non contento avrebbe anche abusato di una delle sue due figlie. Proprio sulla base di questi gravi indizi, l’Autorità giudiziaria ha stabilito di arrestare il 54enne che adesso si trova rinchiuso nel carcere della casa circondariale di Trapani. L’attività d’indagine è stata condotta dai carabinieri della locale stazione in collaborazione con i colleghi della sezione di Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Trapani. E’ qui che una delle figlie, quella che ha subito le violenze sessuali, ha deciso di sporgere denuncia dopo essersi confrontata con i carabinieri del paese. Il quadro che è venuto fuori è stato agghiacciante: anzitutto la ragazza ha raccontato che quelle attenzioni sessuali le subiva da anni, addirittura da quando era minorenne. Esattamente dal 2011, secondo quanto riferito ai carabinieri: aveva appena 14 anni quando venne per la prima volta violata la sua intimità. La sorella, più piccola di lei di un anno, non avrebbe subito la stessa attenzione sessuale. Pare comunque che sia lei che la madre siano state più volte malmenate sempre dal 54enne. Ad emettere l’ordinanza di arresto il gip di Trapani che ha suffragato la ricostruzione delle indagini dei carabinieri. “Gli accertamenti posti in essere dai militari – secondo quanto sostiene il gip – consentivano di delineare un complesso quadro di responsabilità dell’uomo, ed in particolare i pesanti maltrattamenti a cui sottoponeva i propri familiari conviventi e gli episodi di violenza sessuale”.