Cade da cavallo, muore lungo la diga Jato di Partinico

Perde l’equilibrio e cade da cavallo. E’ morto in questo modo stamattina a Partinico, alla diga Jato, il monrealese Antonino Patellaro, 60 anni. Ha battuto con violenza la testa sull’asfalto e non ha avuto scampo. L’episodio è accaduto intorno alle 9. A lanciare l’allarme è stato un coetaneo della vittima che era con lui per la consueta passeggiata a cavallo di fine settimana. Non ci sono dubbi sulla ricostruzione dei fatti: i carabinieri della compagnia di Partinico hanno effettuato i rilievi sul posto dove è avvenuto l’incidente e, sulla scorta anche della testimonianza resa dalla persona che era con Patellaro, si è potuto risalire con la massima precisione alla dinamica dei fatti. Patellaro è letteralmente caduto a testa in giù, senza quindi avere il tempo di proteggersi in qualche modo con le mani in modo da potere quantomeno attutire il colpo alla testa. L’urto è stato violentissimo: la scatola cranica è stata letteralmente sfondata e questo ha comportato la morte sul colpo dell’uomo. L’incidente è avvenuto per l’esattezza lungo la strada principale che costeggia la diga, all’altezza proprio della “casa del custode”.