Caccia ai positivi, altro screening nel trapanese. Week-end con 13 ceck-point

Dopo gli ottimi risultati raggiunti con il drive-in dello scorso week-end, la provincia di Trapani è stata in assoluto quella, fra le nove siciliane, che ha avuto la più grande partecipazione (oltre 10.500 tamponi rapidi effettuati), l’Azienda Sanitaria Provinciale ha deciso di proseguire nella campagna di screening. I sindaci del territorio, con modalità e tempi diversi, lo avevano richiesto.

Sabato e domenica prossimi, 14 e 15 novembre, i tamponi antigenici rapidi saranno adesso dedicati al mondo della scuola secondaria di primo grado, le cosiddette scuole medie, docenti, alunni (in totale
poco più di 12.000), personale ata e familiari. Saranno ben 13 i ceck- point individuati nei comuni del trapanese con più di 10.000 abitanti.

In entrambe le giornate saranno effettuati i prelievi ad Alcamo in fondo alla zona artigianale-produttiva di contrada Sasi; Trapani, piazzale Ilio; Erice in piazza Pertini; Marsala, area attrezzata per il mercato settimanale; Mazara del Vallo, al porto nuovo; Salemi, via San Matteo, sede protezione civile; Castelvetrano, area industriale; Partanna, piazza Mercato; Campobello di Mazara, piazza Eremita.

Una sola giornata di drive-in, invece, per Castellammare del Golfo, soltanto domenica 15 novembre, nel piazzale antistante il cimitero; stessa cosa per Custonaci, al parco Cerriolo dove potranno recarsi anche i cittadini di San Vito Lo Capo e Buseto Palizzolo, e per Valderice, in via San Barnaba. A Paceco invece la postazione funzionerà soltanto sabato, in va senatore Grammatico.

Sabato e domenica scorsa, con un enorme dispiego di energie, le squadre preparate dal referente USCA dell’ASP, Mario Minore, erano riuscite a effettuare 10.529 test rapidi (ben 3.000 in più della provincia di Catania che vanta una popolazione di quasi tre volte più numerosa) individuando 179 positivi, quasi tutti asintomatici, i cui casi sono stati confermati dai risultati dei tamponi molecolari pervenuti ieri.