Buseto Palizzolo-Tre giornate dedicate all’equitazione e al cavallo

Oltre 200 cavalieri provenienti da tutta la Sicilia hanno partecipato alla tre giorni dedicata all’equitazione e al cavallo. Si tratta di Segesta Cavalli,  conclusa ieri, negli impianti del Circolo Ippico Pietra dei Fiori di Buseto Palizzolo a pochi passi dal Parco Archeologico di Segesta. Sul gradino più alto del podio è salito il siracusano Giuseppe Gionfriddo, aggiudicandosi la coppa del concorso ippico nazionale  A5, seguito dai catanesi Mario Valerio Pulvirenti e Dario Costa. Una tre giorni dedicata a a varie specialità e in ben quattro categorie si è classificato al primo posto l’alcamese Giuseppe La Monica, che da dieci anni dirige il Country House Western e partecipa a tanti concorsi e ne ha vinto moltissimi. Giuseppe La Monica si è visto anche assegnare il Trofeo Kitas Spark ovvero la monta di uno stallone di prestigio. A fare la “parte del leone”  è stato il concorso ippico nazionale di salto ostacoli A5, vinto da Giuseppe Gionfriddo. Ma Segesta Cavalli non è stata  solo salto ostacoli. Infatti protagonisti sono stati anche i migliori “Reiner” siciliani, esibitisi nelle  tradizionali figure della disciplina sportiva dell’equitazione americana per la disputa della prima tappa del Campionato regionale Fise-Irha di Reining 2018. I cavalli assoluti protagonisti con il “Galà di arte equestre”, caratterizzato dalle discipline Fise di volteggio e di attacchi. Ampio spazio  anche ai superbi cavalli arabi, molto ammirati. Sono stati messi a disposizione  dall’Arabian show, che ha portato alcuni dei più bei cavalli della razza araba “regina del deserto”, considerata fra le più antiche e belle al mondo. Gli impianti del Circolo Ippico Pietra dei Fiori ha ospitato anche un’area dedicata all’arte della forgiatura. Esperti maniscalchi con l’aiuto di una forgia, incudine e martello hanno realizzato, da un pezzo di metallo, i ferri che venivano applicati agli zoccoli dei cavalli.Inizio modulo