Buseto Palizzolo: blitz antidroga, in carcere giovane pusher

Buseto Palizzolo – Passeggiava tranquillamente per il paese, passando da un bar all’altro. E nel frattempo collezionava una sfilza di segnalazioni da parte delle forze dell’ordine per guida senza patente. Ingenuamente un giovane di Buseto aveva attirato in questo modo su di sé l’attenzione dei carabinieri della locale stazione guidati dal luogotenente Beniamino Cannas. Una condotta di vita sregolata che ha insospettito i militari dell’Arma. Come faceva un ragazzo di appena 22 anni, disoccupato, ad avere comunque un certo tenore di vita. Pedinamenti e appostamenti hanno subito confermato il sospetto: il ragazzo si era creato un giro importante di spaccio di droga: era diventato praticamente il punto di riferimento non solo del piccolo paesello di Buseto, appena 3 mila anime, ma anche dei paese del circondario. Da queste parti venivano da Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi. L’“ascesa” del busetano Francesco Paolo Agugliaro però è finita oggi con le manette scattate ai suoi polsi: per lui l’accusa è di spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati gli stessi carabinieri a portarlo dietro le sbarre a conclusioni di serrate indagini che hanno permesso di scoprire come il ventiduenne avesse messo su nella sua abitazione una vera e propria centrale dello spaccio, con tanto di laboratorio per il confezionamento delle dosi. A fregarlo è stato il suo atteggiamento indisponente che sicuramente, in un piccolo paese, ci sta poco ad emergere. Agugliaro infatti viene beccato più volte dai militari dell’Arma ai posti di blocco a guidare in maniera spericolata e per di più senza patente. Le multe, i sequestri dell’auto e in ultimo anche la misura dell’“avviso orale” non avevano per nulla cambiato il suo stile di vita per l’appunto molto sregolato. Su di lui si sono puntati i riflettori delle forze dell’ordine che hanno cominciato subito ad intuire che dietro a questa sua condotta potesse esserci ancora dell’altro da scoprire. In particolare negli ultimi tempi sempre più assidua era la frequentazione del ragazzo con numerosi coetanei anche dei territori limitrofi, molti di questi già segnalati alla Prefettura di Trapani perché assuntori di sostanze stupefacenti. Tale circostanza non ha potuto fare altro che ingigantire i sospetti degli inquirenti. Da qui i carabinieri della locale stazione, sotto la guida della Compagnia di Alcamo diretti dal capitano Savino Capodivento, hanno deciso di mettere sotto controllo l’abitazione di Agugliaro. Strani incontri sono stati notati che da tempo ormai erano sotto l’attenta osservazione degli investigatori, che appostati nei pressi della casa in servizi di osservazione constatavano che durante tutto l’arco del tardo pomeriggio giovani, a bordo di ciclomotori, arrivavano nei pressi della palazzina e vi entravano ed uscivano dopo pochi minuti. E’ scattato quindi il blitz con l’irruzione dei militari all’interno dell’abitazione: grazie anche all’ausilio di un’unità Cinofila del Nucleo di Palermo, a seguito di approfondita perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti ben nascosti all’interno della casa circa 200 grammi di marijuana, suddivisa in singole dosi, confezionate e pronte per lo spaccio, per un valore di mercato che si stima intorno ai 2 mila euro, e dei bilancini di precisione, cellophane e carta stagnola e quant’altro di necessario per il confezionamento delle dosi. Tutto è stato sottoposto a sequestro e Agugliaro è stato arrestato.

Fruit used to be a sure thing
wandtatoos küche How To Choose Dresses For Plus Size Bridesmaids

our first customer said
woolrich outletCustom Tailored Dresses Made Easy Online