Borgetto, visita del generale Governale alla Stazione carabinieri

0
508

Visita, ieri, del il comandante della Legione Carabinieri Sicilia, il generale di brigata Giuseppe Governale alla Stazione Carabinieri di Borgetto per incontrare i militari che negli ultimi giorni si sono resi protagonisti di due importanti interventi: il ritrovamento del quadro del Seicento trafugato a Camporeale e la protesta presso il centro di accoglienza di Romitello conclusosi con due arresti. Grazie ai carabinieri la settimana scorsa ha fatto ritorno a Camporeale il quadro della Madonna dei peccatori, che era stato trafugato nel lontano 2006 dall’omonimo santuario. Di autore sconosciuto, il dipinto risale al 1622. Il quadro, realizzato su una lastra di ardesia delle dimensioni di 120 x 80 cm e del peso di circa 100 chilogrammi, è stato ritrovato durante un pattugliamento in contrada Chiusi, nella periferia di Borgetto, avvolto in un plaid e in perfetto stato di conservazione. La riconsegna a mons. Pennisi, arcivescovo di Monreale, è stata salutata con grande entusiasmo dalla comunità camporealese. Sabato i militari dell’Arma sono, invece, intervenuti su segnalazione del personale del centro di prima accoglienza per immigrati gestito dall’associazione “Vogliamo Volare”, in località Romitello, per la rivolta di una ventina di immigrati, insorti per essere stati trasferiti da un altro centro di Partinico. I carabinieri ed il responsabile della struttura sono stati aggrediti, con calci e pugni, dai promotori della sommossa. Il responsabile del centro, che ha riportato lievi lesioni al polso e alla spalla, ha fatto ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Civico di Partinico, mentre sono finiti in manette un 20enne e un 28enne nigeriani, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.“ La mia visita – ha detto Governale – vuole sottolineare il lavoro silente e solerte di tutti i carabinieri che nelle Stazioni operano quotidianamente per il bene comune, espressione concreta della vicinanza dello Stato ai cittadini”.