Chiusura Poste a Balata di Baida, interviene il sindaco

0
387

«I tagli operati da Poste Italiane colpiscono una zona periferica del nostro territorio alla quale viene a mancare un servizio importantissimo». Il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Coppola interviene sulla prossima chiusura dell’ufficio postale nella frazione di Balata di Baida. Con il presidente della circoscrizione di Balata di Baida, Vito Cortese, il primo cittadino ha incontrato il direttore provinciale di Poste italiane, Riccardo Amico, al quale è stato manifestato il «disappunto perché il piano di riorganizzazione di Poste Italiane prevede la chiusura di un ufficio ritenuto anti-economico, senza considerare il servizio essenziale offerto ad una comunità come quella di Balata di Baida, che dista circa 12 chilometri da Castellammare ed abitata da molti anziani». Coppola annuncia ce farà presente la questione alla direzione nazionale, ma aggiunge che il problema potrebbe essere parzialmente risolto «se i portalettere in servizio a Balata, così come già avviene in varie altre città, saranno muniti di palmare e Pos e, oltre la consegna ordinaria della corrispondenza, potranno fornire servizi a domicilio come la spedizione di raccomandate ed il pagamento di bollettini premarcati e non, rilasciando ai cittadini la ricevuta dell’avvenuta operazione»