Alcamo, revolver sotto il letto: denunciato

Era riposto all’interno della confezione, ma era stato conservato, forse con eccessiva leggerezza, sotto il letto, luogo evidentemente non idoneo a sottrarlo alla mercé di chiunque, anche di chi eventualmente, si fosse introdotto in casa per rubarlo. Il revolver era legittimamente detenuto da un alcamese, ma certamente non si può dire che fosse ben custodito. È quanto hanno rilevato gli agenti del Commissariato di Alcamo che, dopo i controlli agli esercizi pubblici, stanno adesso passando al setaccio anche i soggetti detentori di armi. L’obiettivo delle “verifiche di controllo”previste dall’art. 38 T.U.L.P.S. (Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) è quello di garantire che le armi legittimamente detenute non finiscano in mano a malviventi o a persone inesperte, con tutte le potenziali imprevedibili conseguenze. Secondo la normativa vigente, il detentore deve infatti assicurare che il luogo di custodia offra adeguate garanzie di sicurezza. All’esito del controllo l’uomo è stato denunziato all’Autorità Giudiziaria per omessa custodia, mentre l’arma e le relative munizioni sono state sottoposte a sequestro probatorio. Intanto prosegue anche la lotta al consumo di sostanze stupefacenti: la scorsa settimana, fa sapere il Commissariato, i poliziotti hanno deferito all’Autorità Amministrativa un giovane cittadino tunisino, il quale era stato trovato in possesso di una modesta quantità di sostanza stupefacente dal padre, che ha provveduto a segnalarlo alla polizia.