Bonventre prende tempo

0
391

Elisa Palmeri, Ottilia Mirrione, Massimo Fundarò, Gino Paglino. Quattro assessori di Bonventre, nomi messi in giro, e tra questi dovrebbero saltarne almeno due. Uno andrebbe a Nuova Presenza e sarebbe il sostituto di Fundarò mentre l’altro potrebbe riguardare il PD e salterebbe la Mirrione.

Bonventra prende tempo ma l’aveva annunciato già prima delle elezioni politiche che la verifica ci sarebbe stata.

 

Patto per Alcamo inoltre ha chiesto la verifica e la testa della Palmeri, vicina politicamente all’ex Sindaco Scala, e molto probabilmente invece salterà Massimo Fundarò che con lo scarsissimo risultato del Sel non verrebbe più accreditato politicamente almeno ad Alcamo. Ottilia Mirrione invece è sempre più assente e la gente critica questa assenza quasi totale dell’assessore che detiene un assessorato importante come quello dello sviluppo economico e molti chiedono la sua sostituzione. La gente insomma, dopo il voto con il 48% a Beppe Grillo, vuole magigore operatività, presenza, vicinanza alla gente e ai problemi reali esu questo Bonventre deve per forza dare risposte.

 

Paglino che aveva sostituito Perricone candidato, e non eletto, alla carica di assessore e vice sindaco potrebbe lasciare ma Area Democratica manterrebbe l’assessorato. Insomma restano poi Abbinanti che da anni entra ed esce dale giunte e la Settipani attende le soluzioni. C’è poco da fare, la polemica non manca, ABC non entrerà in giunta e nessuno comunque li chiamerà. Quello che è ovvio rimane e cioè che il voto ha fatto sapere che i partiti ad Alcamo sono crollati. Il PD, il Sel, l’UDC, il PDL in pratica hanno perso la metà dei voti verso Grillo e i conti si fanno anche con la nuova realtà.