Basket verso lo stop definitivo? FIP Sicilia ferma pagamento tasse federali

Anche lo sport vive giorni di assoluta incertezza non soltanto per i timori di contagio ma anche per il futuro dei campionati nazionali, regionali e giovanili. Sembra allontanarsi sempre più la ripresa di tutti i tornei di pallacanestro. Tutto dipenderà comunque da cosa decideranno i campionati maggiori che poi, di conseguenza, causeranno un effetto a cascata. Se ad esempio la A/1 maschile si fermasse del tutto, non avrebbe senso che vada avanti la serie A/2 perché la composizione del campionato superiore sarebbe congelata: niente retrocessioni e quindi nessun posto per le promozioni.

Stesso discorso per la C Silver che vede in lizza anche la Libertas Alcamo. La serie B sembra che vada ad ampi passi verso lo stop definitivo quindi, in questo caso, non avrebbe alcun senso riprenderà le ostilità perché nessuna fra Ragusa, Alfa Catania, Basket School Messina o Barcellona potrebbe avere spazio nel torneo superiore. Le situazioni in classifica erano comunque abbastanza delineate ma anche qui si dovrebbe congelare tutto, niente promozione e nemmeno retrocessioni.

Intanto il comitato regionale della FIP è andato incontro alle società ed ha sospeso le rate già in scadenza delle tasse federali. Anche il futuro dei campionati giovanili è poco chiaro anche se la pista più battuta è quella della validità della stagione attuale e il riconoscimento, per i tantissimi ragazzi impegnati, del numero minimo di partite necessario a rendere valido l’anno di formazione. Sia per i tornei senior che per quelli giovanili si parla insomma di validità, previo congelamento, che di annullamento, situazione quest’ultima che sarebbe molto più grave e che provocherebbe una sorta di cataclisma nel mondo del basket.

“E’ ancora difficile fare previsioni – ha detto il presidente di Fip Sicilia, il castellammarese Riccardo Caruso -, anche se stanno venendo fuori ipotesi abbastanza concordate. Siamo costantemente in contatto con le nostre società che fra l’altro hanno rimandato a casa i loro giocatori stranieri. Ogni soluzione possibile – ha assicurato Caruso – verrà presa di concerto con il consiglio nazionale e con tutte le società siciliane”. Sembra quindi sempre più tramontata la possibilità di ripresa del campionato di C Silver e quindi quella possibile ridisegnazione del calendario che in un primo momento era trapelata.