Balestrate: porto ancora chiuso

BALESTRATE. Era stato assicurato che entro la prima decade di giugno sarebbe stata firmata la convenzione ed il porto si sarebbe finalmente aperto. I tempi sono abbondantemente trascorsi e da allora è calato il silenzio. Il sindaco Totò Milazzo nelle ultime 48 ore assicura di avere tentato di contattare l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente ma senza successo. Una situazione che lo stesso primo cittadino considera preoccupante ma moderatamente: “Non c’è dubbio che questo silenzio mi preoccupa – afferma il primo cittadino – ma da notizie ufficiose di cui sono in possesso ho avuto modo di accertare che i documenti per la proposta di affidamento della gestione dell’area portuale sono pronti e devono essere solo firmati. Sto tentando di contattare l’assessorato proprio per fissare la data per questa firma”. Era stato lo stesso assessorato, nel corso di un incontro lo scorso maggio, a garantire che la firma ci sarebbe stata a strettissimo giro di posta. Un annunci che aveva fatto rientrare diverse proteste: una era stata l’occupazione della sala consiliare a Balestrate e l’altra un sit-in proprio davanti l’assessorato regionale Territorio a Palermo. Secondo fonti rese note dal blog Balestratesi.it la convenzione per l’affidamento del porto sarebbe ferma alla Regione perché il dirigente preposto non vuole apporre in calce la sua firma per il via libera. Un “ok” che non arriva a proposito del famoso esposto presentato dai soci di minoranza della società aggiudicataria, la Marina di Balestrate srl, i quali avrebbe mosso dei dubbi sulla legittimità dell’assetto interno dell’organismo. In pratica la Marina di Balestrate ha mutato in questi anni la sua composizione interna a livello societario: alcuni soci di minoranza hanno presentato un esposto per vagliare quelle che definiscono “anomalie interne”. Intanto siamo di fronte ad un’opera pubblica costata qualcosa come 30 milioni di euro, scuciti dall’Unione Europea e dalla Regione. I cantieri oramai sono chiusi dal 2009 ma nel frattempo si sono susseguiti prima i ricorsi al Tar del Comune per l’affidamento della gestione dell’area, poi vi fu l’indagine della Procura di Palermo che evidenziò l’uso di cemento depotenziato ed infine affiorarono i problemi legati all’insabbiamento dei fondali. Il sindaco precisa in tal senso che non ci sono ancora novità concrete ma continua ad esternare un certo ottimismo: “Io ho avuto la settimana scorsa un incontro con l’assessore regionale Territorio, Maria Rita Sgarlata, – precisa Milazzo – che ritengo assolutamente positivo. Diciamo che nel corso di questa settimana era stato detto che si sarebbe concretizzato il tutto, e per questo sto cercando di mettermi in contatto con gli uffici dello stesso assessorato”. Si va ventilando l’ipotesi che la Regione voglia richiedere un secondo parere al proprio ufficio legale per dare l’eventuale via libera all’affidamento della gestione del porto. Questo significherebbe far slittare ulteriormente i tempi di assegnazione. Se così fosse la Marina di Balestrate avrebbe già manifestato l’intenzione di chiedere un congruo risarcimento danni per il prolungarsi di questa situazione.

marketing and distribution efforts
lous vuitton speedy Working to Become a Fashion Designer Through School Internships

as well as drug dealing on campus
woolrich saleOrigins of Rock and Punk Bands Names and Logos